le notizie che fanno testo, dal 2010

Sport in lutto per morte Bud Spencer. CONI: fu grande protagonista del movimento agonistico

"Lo sport italiano piange un mito della piscina e del cinema. Si è spento in silenzio, in un ospedale romano, Carlo Pedersoli, in arte cinematografica Bud Spencer", commenta in una nota il CONI.

"Lo sport italiano piange un mito della piscina e del cinema. Si è spento in silenzio, in un ospedale romano, Carlo Pedersoli, in arte cinematografica Bud Spencer. - commenta il CONI - Era nato il 31 ottobre del 1929 a Napoli e aveva costruito la sua fama giovanile in vasca: storico il suo 59.5 nei 100 stile libero a Salsomaggiore nel 1950, grazie al quale divenne il primo italiano a infrangere il muro del minuto nella specialità."
"Nel suo palmares figurano anche 11 titoli italiani - espongono infine dal Comitato olimpico nazionale italiano -, di cui 7 individuali e 4 in staffetta, oltre a 2 argenti ai Giochi del Mediterraneo nel 1951 ad Alessandria d'Egitto. Ha partecipato a due edizioni dei Giochi Olimpici: Helsinki 1952 e Melbourne 1956. Prima di prendere la strada del grande schermo divenne anche un apprezzato pallanuotista: centroboa della S.S. Lazio, vinse un oro ai Giochi del Mediterraneo del 1955 a Barcellona. La sua straordinaria carriera professionale è proseguita nel cinema: nel 2010 si è fregiato del David di Donatello. Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, a nome dell'intero sport italiano, si stringe al cordoglio della famiglia per la perdita di un grande protagonista del movimento agonistico."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: