le notizie che fanno testo, dal 2010

CONI: email con minacce. E su Google il sito "potrebbe essere compromesso"

Il CONI comunica di "aver ricevuto una mail contenente minacce terroristiche in vista dei Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014" e che una "analoga mail è pervenuta al CIO e ad altri Comitati Olimpici". Il CIO parla di "messaggi random provenienti da un soggetto pubblico". Intanto, se sul motore di ricerca Google si cerca la parola chiave CONI, sotto il risultato che rimanda alla pagina internet ufficiale del Comitato Olimpico Nazionale Italiano appare la scritta "Questo sito potrebbe essere compromesso". E' frutto di un hackeraggio?

"Il CONI comunica di aver ricevuto questa mattina una mail contenente minacce terroristiche in vista dei Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014. A quanto ha appreso il CONI, analoga mail è pervenuta al CIO e ad altri Comitati Olimpici. Il CONI ha trasmesso il contenuto della mail alle Autorità preposte alla sicurezza internazionale per il seguito di competenza. Nello stesso tempo il Comitato Olimpico Nazionale Italiano manifesta fiducia e serenità nelle misure di sicurezza che sono state garantite dagli Organizzatori al CIO, alle Federazioni Internazionali e ai Comitati Olimpici" spiega in una nota. I Giochi Olimpici Invernali partiranno il prossimo 7 febbraio a Sochi, in Russia. Un messaggio con minacce analoghe è arrivato due giorni fa anche al Comitato Olimpico austriaco (Oeoc) ma un loro portavoce chiarisce all'agenzia austriaca Apa: "Si tratta di un fake inviato da un mittente in Israele che è stato attivo inviando minacce per diversi anni". Anche in Ungheria sembra che diversi atleti abbiano ricevuto minacce, tanto che sarebbe stato allertata l'unità antiterrorismo ungherese (Tek). Rachel Rominger, media relations coordinator del Comitato Olimpico Internazionale, specifica però che "il CIO tiene in massima considerazione la sicurezza e fornisce ogni informazione attendibile alle autorità di sicurezza. Tuttavia, - aggiunge - in questo caso sembra che le email inviate ad alcuni Comitati nazionali non contengano minacce, sembra trattarsi di messaggi random provenienti da un soggetto pubblico".

Intanto, se sul motore di ricerca Google si cerca, attraverso diversi browser, la parola chiave CONI, sotto il risultato che rimanda alla pagina internet ufficiale del Comitato Olimpico Nazionale Italiano appare la scritta (visibile ancora alle ore 19:05 di oggi) "Questo sito potrebbe essere compromesso". Naturalmente, il sito del CONI non è "compromesso", almeno apparentemente, è quindi rimane un mistero il perché appaia su Google tale messaggio, che potrebbe essere, tra le varie ipotesi, frutto di un hackeraggio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: