le notizie che fanno testo, dal 2010

CIA aiuta FBI: declassificati 10 X-Files sugli UFO

In occasione dell'esordio della mini serie X-Files la CIA, forse come forma di collaborazione tra le due agenzie governative USA visto che Fox Mulder e Dana Scully sono agenti della FBI, ha "declassificato" 10 documenti sugli UFO e dato siggerimenti su come indagare sugli oggetti volanti non identificati.

Anche in Italia l'esordio della mini serie X-Files ha ottenuto un buon numero di ascolti, visto che i primi due episodi trasmessi il 26 gennaio da Sky sul canale Fox sono stati seguiti complessivamente da oltre 600mila spettatori. E non poteva essere altrimenti, visto che a pubblicizzare X-Files è stata persino la CIA (Central Intelligence Agency) che per l'occasione ha messo on line alcuni documenti sugli UFO, forse come forma di collaborazione tra le due agenzie governative USA visto che Fox Mulder e Dana Scully sono agenti della FBI (Federal Bureau of Investigation). Con un tweet, il 25 gennaio l'agenzia di spionaggio degli Stati Uniti ha infatti scritto: "Date un'occhiata ai nostri X-Files, 5 documenti per Mulder e 5 per Scully". Poco dopo, sempre su Twitter, la CIA linka un'altra pagina del proprio sito accompagnato dal messaggio: "Dischi volanti o sovietici? Suggerimenti per come indagare sugli UFO". Questi documenti erano già stati declassificati dalla CIA nel 1978 insieme ad altri centinai di report su avvistamenti UFO e presunti contatti con gli alieni, in base ai report dell'Agenzia sugli oggetti volanti non identificati risalenti tra il 1940 ed il 1950.

Quelli pubblicati su internet in occasione dell'uscita di X-Files invece sono stati scelti dalla CIA in quanto "cinque sarebbero utilizzati dall'agente Fox Mulder per cercare di persuadere gli altri dell'esistenza di attività extraterrestre" mentre gli altri cinque "potrebbero essere utilizzati dal suo scettico partner, l'agente Dana Scully, per provare che c'è una spiegazione scientifica agli avvistamenti di UFO". Il secondo documento riguarda la caduta in New Mexico di un possibile UFO "in alluminio bianco lucido, senza finestre o porte visibili, non cromato, di forma ovale, come un pallone da football". Oggetto volante non identificato che all'improvviso, dopo l'apparente schianto, è volato via di nuovo. L'unico testimone racconta di aver visto disegnato su un lato del misterioso UFO "un simbolo rosso, a forma di punto, del diametro di circa 2 pollici". La CIA rivela che questo caso rimane "irrisolto" e l'oggetto volante davvero "non identificato" così come altri 700 esaminati dal Progetto Blue Book, programma di investigazione sugli UFO chiuso nel 1969. Nello stesso documento la CIA suggerisce quindi 10 modi per indagare su un disco volante dimenticando però di riportare l'undicesimo consiglio: quello di insabbiare ogni prova e declassificare solo per fiction.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: