le notizie che fanno testo, dal 2010

Manovra: per lavoro stabile servono investimenti non parole, dice CGIL

La CGIL sull'ipotesi di aumentare il costo dei contratti a tempo.

"La prima strada per far ripartire il lavoro rimane quella degli investimenti", dichiara in una nota la segretaria confederale della CGIL Tania Scacchetti, commentando le ipotesi di rincarare il costo dei contratti a tempo, in vista della manovra. "L'obiettivo di favorire il tempo indeterminato, ancorché privato di diritti dal Jobs Act, è condivisibile, ma non è con una proposta al giorno che si può affrontare la questione", sottolinea la sindacalista.

"Bisognerebbe ragionare sul riordino complessivo delle forme contrattuali, riducendole, e - aggiunge - intervenire su stage e tirocini, che, nei troppi casi in cui perdono la loro missione, sono vere e proprie forme di sfruttamento a basso costo" "Al governo - ricorda infine Scacchetti - abbiamo anche posto con forza la questione del costo dei licenziamenti. Oggi licenziare - conclude - è più semplice e meno costoso che attivare gli ammortizzatori sociali. Aspettiamo risposte".

© riproduzione riservata | online: | update: 25/09/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Manovra: per lavoro stabile servono investimenti non parole, dice CGIL
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI