le notizie che fanno testo, dal 2010

CGIL: sciopero generale. Manovra possiede "caratteri antisindacali"

La CGIL boccia la manovra di Ferragosto perché "condanna il Paese alla recessione e alla disgregazione sociale". Inoltre, possiede "caratteri antisindacali", e per questo il sindacato di Corso Italia indice uno sciopero generale per il 6 settembre.

La manovra correttiva da 45,5 miliardi di euro che si appresta ad essere discussa ed inevitabilmente approvata, nonostante il balletto di dichiarazioni e prese di posizione di destra e di sinistra che sembrano però nascere solo per soddisfare il proprio elettorato, come evidenzia anche in un editoriale Famiglia Cristiana, rischia solo di gravare sulla famiglia, sui lavoratori dipendenti, sugli statali e sul ceto medio che scivolerà nella "povertà", come preannuncia il settimanale cattolico. Anche la CGIL boccia la manovra di Ferragosto perché "con questo provvedimento si condanna il Paese alla recessione e alla disgregazione sociale per difendere invece le grandi ricchezze e gli interessi che rappresentano la base di consenso del Governo", come si legge in una nota sul sito del sindacato di Corso Italia. Per questo motivo, la Segreteria Confederale della CGIL "ha indetto per martedì 6 settembre uno sciopero generale di 8 ore per ogni turno contro (e per cambiare) la manovra iniqua e sbagliata del governo". La protesta però inizierà già mercoledì 24 agosto alle ore 9, davanti alla sede del Senato, con un presidio proclamato dalla Confederazione, mentre alle 11 si terrà una conferenza stampa con Susanna Camusso, durante la quale verranno illustrate le proposte alternative della CGIL, visto che il sindacato continua a ritenere tale manovra " 'depressiva' e 'socialmente iniqua', perchè non viene destinata alcuna risorsa né alla crescita, né all'occupazione, mentre i redditi e i consumi dei cittadini continuano a ridursi". In particolare la CGIL evidenzia che la manovra "non affronta in maniera strutturale le cause del deficit, né pone le basi per ridurre realmente il debito", sottolineando che inoltre possiede "caratteri antisindacali" in quanto "pretende di cancellare per legge uno strumento di regolazione generale dei diritti dei lavoratori come il Contratto Nazionale di lavoro". Per il sindacato di Corso Italia, infatti, questa norma rappresenta un "nuovo gravissimo taglio ai diritti dei lavoratori" visto che prevede che "gli accordi aziendali possano regolare le condizioni di lavoro in deroga al CCNL e alle leggi anche in materia di licenziamento". Raffaele Bonanni della Cisl, invece, non sembra capire i motivi di questo sciopero. Da Cortina, il segretrio della Cisl si domanda infatti: "A che serve questo sciopero generale - aggiungendo - che non è generale perché non vi partecipano tutti ma una parzialità che è sempre più parzialità?", dicendosi "meravigliato" del fatto che "i partiti riformisti non dicano niente su una situazione stucchevole". La CGIL coglie invece l'occasione per proporre nuovamente alla Cisl e alla Uil una serie di quesiti, presentati in una lettera aperta (http://is.gd/TzqjaF), dove viene chiesto a Bonanni e Angeletti, per esempio: "L'art. 8 della manovra non è un attacco alla autonomia delle parti?; Non è un tentativo di cancellare, perché cambia la gerarchia delle fonti, l'intesa del 28 giugno con Confindustria?; Non è forse chiaro che trasformare l'art. 18 in materia contrattabile di non meglio identificate 'rappresentanze sindacali operanti in azienda', mina l'efficacia dell'articolo stesso?; Non è forse evidente che una norma che non si basa sulla rappresentanza, e affida poteri su tutte le materie fuori dai contratti, è la proliferazione di qualunque forma di sindacalismo ed un attacco esplicito al sindacato confederale? - ed ancora - Da quando una legge può rendere vigente retroattivamente un accordo sindacale separato e che prevede l'esclusione di una grande organizzazione sindacale?", per chiudere con un "Non eravate voi che respingevate l'ipotesi che fosse la legge a definire il solo voto dei lavoratori perché lesivo della funzione delle associazioni sindacali?".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: