le notizie che fanno testo, dal 2010

Neutrini più veloci della luce. Gran Sasso smentisce Einstein

Altro che Tachioni, sono i Neutrini, che non sono "ipotetici" e che esistono (anche perché hanno massa) ad andare "più veloci della luce", esattamente di 60 nanosecondi. La scoperta, che se fosse confermata sarebbe a buon diritto quella "del secolo", è dell'esperimento CNGS (Cern Neutrino to Gran Sasso).

Tutto il mondo parla già della scoperta che potrebbe rivoluzionare la scienza attuale e portarla "là dove non era mai giunta prima", cioè ai limiti della fantascienza. La "technobabble" di Star Trek e di ogni romanzo che parla di viaggi spaziali FTL (cioè "faster than light", più veloce della luce) potrebbe tra poco apparire come una mera docufiction. I Laboratori del Gran Sasso dell'Istituto nazionale di Fisica Nucleare (Infn), dopo anni di sperimentazione, avrebbero dimostrato che il neutrino viaggia "più veloce della luce". Il neutrino sarebbe più veloce della luce di appena 60 nanosecondi, una quantità infinitesimale ma che basta a distruggere, dicono gli scienziati, Einstein e la sua "intoccabile" Teoria della Relatività (la Relatività Speciale in primis). Il neutrino è una particella elementare, un fermione, che ha una massa piccolissima (sino a poco tempo fa si pensava che nemmeno l'avesse) e la cui natura "oscillante" e "metamorfica" era stata scoperta proprio dai laboratori italiani del Gran Sasso nell'ambito dell'esperimento CNGS (Cern Neutrino to Gran Sasso). Il fatto che il neutrino sia più veloce della luce, oltre a far vacillare gli assiomi di Einstein, sarebbe la più grande scoperta del secolo e metterebbe in dubbio i migliaia di esperimenti che sono stati eseguiti per dimostrare l'insindacabilità della Teoria della Relatività. Spiega Margherita Hack che, scettica come sempre, attende i dati della scoperta: "Se fosse vero cadrebbe la teoria della relatività di Einstein" e spiega anche il perché, con una chiarezza impeccabile. La Teoria, spiega la Hack "prevede che se un corpo viaggiasse ad una velocità superiore a quella della luce dovrebbe avere una massa infinitamente grande. Per questo la velocità della luce è stata finora considerata un punto di riferimento insuperabile". La scoperta dell'Istituto nazionale di Fisica Nucleare (Infn) è stata fatta da un team internazionale che lavora da anni ad OPERA, un esperimento che, già alla sua partenza, prometteva di riscrivere la fisica e le sue regole. Sostanzialmente l'esperimento del Gran Sasso è quello di "placcare" (e ovviamente analizzare) un fascio di neutrini "sparati" dal CERN di Ginevra tramite il suo Super Proto Sincrotrone. Questi neutrini "artificiali", viaggiano attraverso qualsiasi ostacolo per 730 chilometri, "in linea d'aria", dal CERN al Gran Sasso. Oggi però si scopre che lo farebbero più velocemente della luce. E' proprio il responsabile di Opera, il professor Antonio Ereditato, ad affermare che i neutrini sono arrivati "prima" della luce, con 60 nanosecondi di vantaggio. "Siamo piuttosto certi dei nostri risultati ma abbiamo bisogno che altri colleghi li confermino", ha dichiarato Ereditato. L'annuncio ufficiale non c'è ancora, ma indiscrezioni fanno pensare che dovrebbe essere dato dal CERN ad horas. Certo è che anche l'annuncio "ufficioso", quello che ora sta facendo il giro del mondo, non è stato dato a cuor leggero, dato che si va ad infrangere l'assioma più "calcificato" e intoccabile della scienza. Su "la Repubblica" si legge una emblematica dichiarazione di Dario Autiero, responsabile dell'analisi delle misurazioni: "Abbiamo passato sei mesi a rifare i calcoli" (http://is.gd/Q0OY6c). Per essere più sicuri del risultato e che non ci fosse nessuna causa "spuria" che facesse "arrivare" i neutrini prima della luce, si è preso in considerazione anche la "deriva dei continenti e gli effetti del terremoto dell'Aquila del 2009". Ma i calcoli sembrano giusti e i neutrini potrebbero sostituire, nell'immaginario collettivo, quei tachioni la cui esistenza però fino ad ora è solo ipotetica. Velocità curvatura, signor Scott.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: