le notizie che fanno testo, dal 2010

LHC scopre il pentaquark. CERN: aiuterà a capire meglio la materia

L'esperimento LHCb del Large Hadron Collider (LHC) al CERN (Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare) ha scoperto una classe di particelle note come pentaquark finora teorizzata ma mai individuata. La scoperta del pentaquark può aiutare a comprendere meglio la materia, assicura il CERN.

L'esperimento LHCb del Large Hadron Collider (LHC) al CERN (Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare) ha scoperto una classe di particelle note come pentaquark, finora mai individuate. Il portavoce dell'esperimento LHCb Guy Wilkinson spiega: "Il pentaquark non è solo una nuova particella. Rappresenta un modo per aggregare i quark, vale a dire i costituenti fondamentali dei protoni e neutroni, in un modello che non è mai stato osservato prima in oltre 50 anni di ricerche sperimentali". "Studiare le proprietà del pentaquark può permetterci di comprendere meglio la materia". Il CERN ricorda che la nostra comprensione sulla struttura della materia è stata rivoluzionata nel 1964, quando il fisico americano Murray Gell-Mann ha espresso la sua teoria dei quark, proponendo una categoria di particelle note come barioni e un'altra note come mesoni. I barioni sono un gruppo di particelle subatomiche composte costituite da tre quark. I mesoni sono invece un gruppo di particelle subatomiche composte da un quark e un antiquark. Gli antiquark sono i quark dell'antimateria. Il modello teorizzato da Murray Gell-Mann, insignito del Premio Nobel per la fisica nel 1969, permette anche l'esistenza di un pentaquark, composto da quattro quark e un antiquark. Finora gli esperimenti che hanno tentanto di dimostrare l'esistenza di un pentaquark sono stati inconcludenti. Grazie al LHC si è invece cercato il pentaquark da molte prospettive, riuscendo alla fine a trovarlo o meglio a concludere che tutti i dati forniti dal Large Hadron Collider possono essere spiegati solamente in uno stato pentaquark. Nel dettaglio, questo pentaquark sarebbe composto da due quark up, un quark down, un quark charm e un quark anti-charm. Il CERN annuncia quindi che il passo successivo sarà quello di studiare come i quark sono legati all'interno delle pentaquark. Il fisico Liming Zhang della Tsinghua University ipotizza che i quark del pentaquark potrebbero essere "strettamente legati oppure poco legati attraverso una sorta di molecola mesone-barione".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: