le notizie che fanno testo, dal 2010

Antimateria: intrappolata in "surplace" al CERN per 16 min e 40 sec

Una nuova pubblicazione svela il record di "permanenza" dell'antimateria nella "bottiglia" magnetica del CERN di Ginevra. Gli scienziati sono riusciti a "conservare" degli atomi di anti-idrogeno per circa 1000 secondi. "Un'eternità", fa notare un professore di fisica.

L'antimateria incomincia a diventare una "materia" su cui, oltre a fare delle congetture di fisica teorica, si potrà presto iniziare anche ad effettuare prove "sperimentali". Questo fatto scientifico, che sino a pochi anni fa era solamente fantascienza (pensiamo al profetico Star Trek), ora incomincia a diventare una "realtà" grazie agli esperimenti effettuati al CERN di Ginevra. L'esperimento ALPHA (Antihydrogen Laser PHysics Apparatus) era già riuscito nel novembre 2010 ad "imbottigliare" 38 atomi di anti-idrogeno per 172 millisecondi, rivelando il "tempo minimo di cattura" dell'apparecchiatura, ma sulla rivista "Nature Physics" i ricercatori di ALPHA hanno pubblicato l'intero "data set" statistico degli esperimenti dell'anno scorso. Il risultato, che toglie il fiato agli scienziati, rappresenta un record assoluto e consiste nell' aver intrappolato atomi di anti-idrogeno per almeno 1000 secondi ("Confinement of antihydrogen for 1,000 seconds" - Nature Physics http://is.gd/SJtX3H). L'esperimento ALPHA è riuscito quindi ad intrappolare atomi di anti-idrogeno (formato da un antiprotone negativo e un antielettrone positivo) per oltre 16 minuti, un vero e proprio "surplace d'antimateria", per prendere in prestito un termine ciclistico, molto "instabile", che rende l'idea della "precarietà" della materia dell'esperimento. La tecnica per imprigionare l'antimateria è molto difficile e necessita di magneti particolarmente potenti ed affidabili con geometria particolare, visto che, come è noto anche nei peggiori cartoni animati, il contatto tra materia e antimateria è assolutamente da evitare dato che porta all'annichilazione. Il lavoro per produrre quantità "rispettabili" di antimateria è ancora lungo e faticoso e si spera che, grazie a questo record di "tempo di imbottigliamento" si possa, entro il 2012, creare una "trappola" per antimateria (così viene chiamata in gergo) con "accesso laser" per permettere un'analisi spettroscopica dei campioni di questa strana materia "opposta" dell'universo. Joel Fajans, professore dell'Università di Berkeley e membro del progetto ALPHA al CERN ha affermato entusiasta: "Abbiamo imprigionato atomi di anti-idrogeno per 1000 secondi, il che significa un' eternità". Ovviamente nel mondo della fisica delle particelle.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: