le notizie che fanno testo, dal 2010

CEI: fiducia nella scuola pubblica e non. Basta che ci sia

La CEI con il Cardinale Angelo Bagnasco risponde indirettamente alle parole di Silvio Berlusconi sulla scuola pubblica (da lui stesso "smentite" come "male interpretate") ricordando che la Chiesa ha fiducia "nella scuola statale e non statale".

Le dichiarazioni di Silvio Berlusconi sulla scuola pubblica hanno prodotto echi impensabili nella palude italiana. Il PD oggi (primo Marzo) sarà sotto Palazzo Chigi per un sit-in in favore della scuola pubblica, e le acque si sono mosse anche oltretevere visto che il Cardinale Angelo Bagnasco, Presidente della CEI, a margine dell'incontro "La formazione della coscienza nel Beato John Henry Newman" ha dichiarato che "la Chiesa ha molta stima e fiducia nella scuola perché è un luogo privilegiato dell'educazione, tanto più che siamo nell'ambito del decennio sulla sfida educativa, che la Conferenza Episcopale Italiana ha scelto come priorità. Quindi ci sta a cuore l'educazione integrale anche attraverso la scuola e in qualunque sede, statale o non statale, l'importante è che ci sia questa istruzione, ma anche questa formazione della persona che è scopo della scuola a tutti i livelli". Il Presidente della CEI ha detto anche che "ci sono tantissimi insegnanti e operatori che sappiamo che si dedicano al proprio lavoro con grande generosità, impegno e competenza, sia nella scuola statale che non statale. Quindi il merito va a loro". E rispondendo indirettamente al presidente del Consiglio, Bagnasco chiude dicendo "In generale sicuramente tutti auspichiamo che la scuola, a tutti i livelli e in tutte le sedi, possa veramente rispondere ai desideri dei genitori per i loro figli".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: