le notizie che fanno testo, dal 2010

Bud Spencer è morto. La sua ultima parola è stata "grazie"

Bud Spencer è morto all'età di 86 anni e dopo aver "saputo correre onestamente la sua avventura" come racconta la moglie non stupisce che l'ultima parola di Carlo Pedersoli sia stata "grazie". In Campidoglio dove sarà allestita la camera ardente tutti potranno ringraziare a loro volta Bud Spencer, per aver scelto sempre di recitare in dei film che potessero raccogliere attorno al televisisore tutta la famiglia. Bud Spencer infatti credeva fermamente in Dio.

"Papà è volato via serenamente alle 18.15. Non ha sofferto, aveva tutti noi accanto e la sua ultima parola è stata 'grazie' " racconta il figlio Carlo Pedersoli, conosciuto ormai da tutti solo con il nome di Bud Spencer. L'attore è infatti morto ieri sera a Roma all'età di 86 anni. La camera ardente sarà allestita mercoledì 29 giugno in Campidoglio dove tutti potranno a loro volta ringraziare Bud Spencer per il fatto di aver scelto sempre di recitare in dei film che potessero raccogliere attorno al televisisore tutta la famiglia. Il vero successo è arrivato infatti quando è cominciata l'avventura cinematografica con Terence Hill, con cui Bud Spencer è rimasto sempre legato. "Ho perso il mio amico più caro, sono sconvolto" ha infatti commentato Terence Hill alla notizia della scomparsa di Bud Spencer. "Siamo l'unica coppia a non aver mai litigato. E proprio perché non c'era invidia siamo diventati amici" raccontava infatti Bud Spencer al Corriere della Sera nel gennaio 2015.

La carriera di Bud Spencer però è iniziata in acqua, quando era ancora solo Carlo Pedersoli ed è riuscito ad essere il primo italiano a scendere sotto il minuto nei 100 stile: 59"5. Come ricorda la FIN (Federazione italiana nuoto), che saluta con commozione "Piedone", Carlo Pedersoli è stato infatti "venti volte campione nazionale (stile, rana e farfalla), ha preso parte a due Olimpiadi (Helsinki 1952 e Melbourne 1956) ed è stato azzurro di pallanuoto".
"E' mancato uno di famiglia. Bud Spencer è famoso in tutto il mondo ma per noi è stato e resterà sempre Carlo Pedersoli, quel ragazzo che ha infranto il muro dei 60 secondi nei 100 metri stile libero" lo ricorda il presidente della FIN Paolo Barelli, aggiungendo: "Con i suoi film ha fatto sorridere ma anche riflettere intere generazioni".

Ed infatti Maria Amato, la moglie legata a Bud Spencer da 56 anni, nel 2015 aveva evidenziato: "E' stato fortunato e ha saputo correre onestamente la sua avventura". Su Twitter infatti la famiglia Pedersoli, nell'annunciare la morte dell'attore amato da tutti, e non solo in Italia, ha sottolineato che Bud Spencer "è volato per il prossimo viaggio". Nell'intervista al Corriere Bud Spencer aveva d'altronde spiegato: "Cambio di continuo per via delle mie curiosità. L'aldilà è tra queste. E se arrivo lì e non c'è niente... se arrivo lì e non c'è niente allora mi arrabbio".

Bud Spencer in realtà credeva fermamente in Dio. "E' ciò che mi salva. E prego. Perché? Perché riconoscono in modo sempre più forte come sia nulla ciò a cui prima attribuivo un grande valore. Lo sport, dove volevo affermarmi, la popolarità. Chi si inorgoglisce per queste cose, chi insegue solo il successo, la fama, è un idiota" raccontava Bud Spencer al tedesco Die Welt nell'agosto scorso, rassicurando tutti che esiste "una vita dopo la morte". E se lo dice Bud Spencer c'è da crederli.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: