le notizie che fanno testo, dal 2010

Bruno Vespa morto su Wikipedia risuscita su Twitter: avvertimento?

Per Wikipedia Bruno Vespa era morto il 29 gennaio 2013, e aspettata scaramenticamente la mezzanotte il giornalista smentisce risuscitando su Twitter e "seppellendo" così i troppi finti profili. Ma Bruno Vespa si domanda anche: "Quante persone sapevano che ieri mi trovavo davvero (e per poche ore) a Milano? Questo segnale di morte così preciso era uno scherzo o un avvertimento?"

Il 29 gennaio 2013 Bruno Vespa risultava morto a Milano. A dirlo era (solamente) "l'enciclopedia libera" (da tutte le altre) Wikipedia, che affianco alla data di nascita del noto giornalista metteva anche quella della sua morte. A smentire Wikipedia lo stesso Bruno Vespa che risuscita direttamente su Twitter, inaugurando il suo profilo (@VespaBruno): "Ho voluto aspettare ovviamente la mezzanotte prima di commentare e oggi ne approfitto per debuttare finalmente su Twitter 'seppellendo' così i troppi finti Bruno Vespa che affollano il web - e cinguetta - Festeggio su Twitter la mia sopravvivenza. In barba a Wikipedia che mi volle defunto ieri a Milano...". Sul profilo Facebook di Porta a Porta, però, Bruno Vespa sottolinea: "Il bello è che quando mi è stato segnalato 'l'errore', chiamiamolo così, dall'ufficio stampa della Rai mi trovavo effettivamente a Milano. Io l'ho presa con leggerezza ma forse vale la pena di fare una osservazione più seria". Bruno Vespa infatti riflette: "Quante persone sapevano che ieri mi trovavo davvero (e per poche ore) a Milano? Questo segnale di morte così preciso era uno scherzo o un avvertimento? Come è possibile intervenire con tanta facilità su una delle più note enciclopedie del web senza alcun controllo? - precisando - Di questo chiederò conto direttamente a Wikipedia, mentre c'è materia di indagine per la Polizia postale".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: