le notizie che fanno testo, dal 2010

Addio Clarence Clemons: un sax da Bruce Springsteen a Lady Gaga

Clarence Clemons era il "Master of the Universe" per Bruce Springsteen, ma innanzitutto era un suo grande amico. Si spezza l'unione tra il New Jersey e la Virginia, tra il piccolo uomo bianco e il Big Man che sorrideva sempre. Ultima apparizione e relativo assolo in un video di Lady Gaga.

Clarence Clemons, il sassofonista della E Street Band di Bruce Springsteen, fido amico e compagno di avventure del Boss per circa 40 anni, se ne è andato per un ictus a 69 anni nella sua casa di Singer Island, Florida. Il mondo della musica è in lutto e ricorda il "monumentale" sassofonista come la "colonna" di Springsteen a cui, con affetto, il Boss si poggiava nella celebre copertina di "Born to Run" nel 1975. Soprannominato Big Man per la sua stazza, Springsteen nei concerti lo chiamava anche con gli affettuosi "Master of the Universe" e "King of the World", tanto era la stima e l'affetto che legava il chitarrista bianco al monumentale sassofonista nero. Clarence Clemons lascia alla storia della musica molti assoli indimenticabili come in "Thunder Road" e "Jungleland". Il dolore di Springsteen è palpabile nella dichiarazione pubblicata sul suo sito: "Siamo onorati e grati di averlo conosciuto e di avere avuto l'opportunità di stare accanto a lui per quasi 40 anni" dice il Boss. "Era il mio grande amico, il mio compagno e con Clarence al mio fianco, la mia band era in grado di raccontare una storia molto più profonda rispetto a quella contenuta nella nostra musica". L'ultima apparizione di Clarence Clemons in un video è di questi giorni con un suo assolo in "The Edge Of Glory" di Lady Gaga, dove, seduto su una scalinata suona il sassofono mentre "mama monster" si dimena su delle scale antincendio (Lady Gaga - The Edge Of Glory - youtube.com/watch?v=QeWBS0JBNzQ). Sic transit gloria mundi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: