le notizie che fanno testo, dal 2010

Brexit sondaggi: metà europei crede in uscita da UE, soprattutto in Italia

Un sondaggio condotto da Ipsos Mori sulla Brexit rivela che circa la metà degli europei pensa che i cittadini britannici al referendum del 23 giugno voteranno per far uscire il Regno Unito dall'Unione europea. A crederlo (o a sperarlo) maggiormente italiani e francesi, gli stessi che vorrebbero un referendum per decidere se anche il loro Paese deve rimanere o meno nell'UE.

Circa la metà degli europei pensa che i cittadini britannici al referendum del 23 giugno voteranno per far uscire il Regno Unito dall'Unione europea, la cosiddetta Brexit. Un sondaggio condotto da Ipsos Mori, pubblicato il 9 maggio, ha intervistato i cittadini di 9 Paesi dell'UE quali Gran Bretagna, Belgio, Francia, Germania, Ungheria, Italia, Polonia, Spagna e Svezia (più 5 Paesi non europei quali Canada, Stati Uniti, India, Australia e Sudafrica). Questi 9 Paesi rappresentano circa tre quarti della popolazione dell'UE e circa l'80% del suo PIL. Il risultato è che il 49% degli europei ritiene che ci sarà la Brexit. A crederlo (o a sperarlo?) maggiormente sono soprattutto gli italiani e i francesi (rispettivamente il 60% e 58%) mentre è significativo il fatto che appena il 35% degli intervistati inglesi pensa che il Regno Unito lascerà l'UE. Anche fuori dall'Unione europea i cittadini dei paesi ad influenza inglese non credono che si arriverà alla Brexit (mediamente il 38%).

Il sondaggio rivela invece che quasi la metà (45%) degli europei pensa che il proprio Paese dovrebbe tenere un referendum sulla sua adesione all'UE, e ancora una volta sono Italia e Francia (58% e 55%) a chiedere che sia ascoltata la voce dei cittadini su questo tema. Ma perché i politici sono così restii a promuovere un referendum sull'uscita del proprio Paese dall'UE. La risposta la fornisce il sondaggio di Ipsos Mori, svelando che un terzo degli europei voterebbe affinché il proprio Paese cessi di essere un membro dell'Unione europea (e dell'eurozona). Ancora una volta è l'Italia a primeggiare in questo sondaggio: quasi la metà (48%) degli italiani voterebbe infatti per l'uscita dall'Unine europea, seguiti dai francesi e dagli svedesi (41% e 39%). Sono invece i polacchi ad amare maggiormente l'UE, tanto che appena il 22% sarebbe favorevole ad una Polexit.
D'altronde, è sempre l'Italia, insieme a Polonia, Sudafrica, India e Stati Uniti a pensare che la Brexit avrà un impatto positivo sull'economia della Gran Bretagna.

Il sondaggio rivela poi che l'Europa è divisa in due anche tra chi pensa che la Brexit causerà un effetto domino (48%), trascinando fuori dall'UE altri Paesi membri e chi invece non teme alcuna conseguenza geopolitica. Allo stesso modo, la metà degli europei pensa che la Brexit avrà un impatto negativo sull'economia dell'UE ed influenzerà le scelte dell'Unione europee sulla scena mondiale (rispettivamente il 51% e 48%). Infine, il sondaggio mette in evidenza che il 43% degli europei spera comunque in un Europa più federale, contro l'appena 15% che desidera invece l'instaurazione degli Stati Uniti d'Europa (cioè un governo unico per tutti).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: