le notizie che fanno testo, dal 2010

Bombe maratona Boston 2013: saudita 20 anni arrestato? Polizia smentisce

Il New York Post, che scrive che i morti da 2 potrebbero essere già arrivati a 12, riporta di un sospetto arrestato, un saudita di circa 20 anni rimasto ferito per le esplosioni alla maratona di Boston 2013. Ma poco dopo la polizia smentisce.

A lanciare la notizia è il New York Post, che riporta come un cittadino saudita sarebbe stato arrestato, o perlomeno fermato, per le due bombe esplose presso il traguardo della maratona di Boston 2013. Il New York Post parla di un giovane sospetto di 20 anni, di origini saudita, non ancora identificato, che è stato ricoverato in ospedale per gravi ustioni. Inoltre, sempre il quotidiano, spiega che le telecamere intorno all'area dove terminava la maratona, presso la Fairmount Copley Plaza, avrebbero ripreso un uomo trasportare più zaini. Infine, il New York Post, citando un funzionario di polizia, parlerebbe già di 12 morti, mentre le autorità, per il momento, hanno ufficializzato il decesso di sole due persone. Poco dopo, la Polizia di Boston smentisce però l'indiscrezione dell'arresto del cittadino saudita, chiarendo che "nessun sospetto è stato fermato".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: