le notizie che fanno testo, dal 2010

Polverini si dimette, Lazio al voto. Banco di prova per Beppe Grillo?

Arrivano le dimissioni, dopo lo scandalo fondi, di Renata Polverini. La Regione Lazio torna quindi al voto, entro Natale. Probabilmente parteciperà anche il MoVimento 5 Stelle di Beppe Grillo in questa inaspettata tornata elettorale, vero banco di prova del M5S prima delle politiche.

Alla fine, il presidente della Regione Lazio Renata Polverini, travolta dallo scandalo fondi, si è dimessa. Mercoledì era stato fissato dal PD, IDV e SEL il consiglio per votare la mozione di sfiducia, ma Renata Polverini ha anticipato tutti, e dopo aver informato delle sua "decisione irrevocabile" Giorgio Napolitano e Mario Monti, annuncia che "il Consiglio non è più degno di rappresentare una Regione importante come il Lazio" e per questo "questi signori" li manda "a casa lei". All'articolo 44 dello Statuto della Regione Lazio si legge infatti che "Le dimissioni volontarie, la rimozione, la decadenza, l'impedimento permanente e la morte del Presidente della Regione comportano le dimissioni della Giunta regionale e lo scioglimento del Consiglio regionale". Entro Natale, quindi, i cittadini del Lazio torneranno al voto, e probabilmente in questa inaspettata tornata elettorale parteciperà anche il MoVimento 5 Stelle di Beppe Grillo, che il 28 ottobre si appresta invece a conquistare la Regione Sicilia. Le elezioni per la Regione Lazio, più di ogni altra, saranno quindi il vero banco di prova del MoVimento 5 Stelle di Beppe Grillo, che sembra sicuro di approdare anche in Parlamento, e forse non solo come opposizione. E visto che per attirare l'attenzione sul MoVimento 5 Stelle in Sicilia Beppe Grillo, dal suo blog, ha già annunciato che nuoterà da Reggio Calabria a Messina, qualcuno a questo punto si starà forse già chiedendo se per la scalata alla Regione Lazio il comico genovese tenterà qualche altra impresa, magari dal Colosseo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: