le notizie che fanno testo, dal 2010

Nucleare, Grillo: dove lo fanno il nucleare? Dove? Con l'esercito?

Beppe Grillo in prima linea per il referendum contro il nucleare per liberare una volta per tutte da Chernobyl e Fukushima il nostro Paese: "Dove caz... è andato a finire il cittadino? Con chi ha i rapporti il cittadino? Con un poliziotto antisommossa? E' questo che volete?" si chiede Grillo.

Solamente una catastrofe atomica poteva far indietreggiare (temporaneamente) il governo dai suoi progetti di costruire nuove centrali nucleari in Italia. C'è voluta Fukushima, visto che Chernobyl e il referendum del 1987 non era bastato. Il NO al nucleare da parte dei cittadini va ripetuto in continuazione, visto che gli interessi delle lobby nucleari hanno il difetto di non sentire ragioni. Il passo indietro del governo sul nucleare è stato timido, quasi inudibile nei media, ma senz'altro strategico e sempre caratterizzato dallo stile che caratterizza la legislatura corrente. "E' finita, non possiamo mica rischiare le elezioni per il nucleare. Non facciamo cazzate" avrebbe detto Stefania Prestigiacomo, Ministro dell'Ambiente, a Montecitorio il 17 marzo, come riportato da tutta la stampa, e avrebbe aggiunto, con di fronte Giulio Tremonti e Paolo Bonaiuti (a cui si è aggiunto anche il ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani) "Bisogna uscirne ma in maniera soft. Ora non dobbiamo fare niente. Si decide tutto tra un mese". L'intento del governo è chiaramente immaginabile. Il tempo è guaritore, una grande fetta di italiani non hanno più memoria (né breve né a lungo termine) e passato qualche giorno, opacizzata nei media la situazione a Fukushima, con nessuna centrale che salta in aria "visibilmente", i "nuclearisti" rincominciano. Ricominciano con la tiritera come se niente fosse successo, se le radiazioni non abbiano già incominciato a uccidere un territorio, come se tutto fosse normale. Già si odono i "distinguo" politici sulla "pausa di riflessione" al nucleare, con la nenia ipocrita sulla sicurezza delle centrali (inesistenti) di "n" generazione. Addirittura c'è qualche vecchio spaccone che continua a dire che le radiazioni non fanno male. Questo fatto che i "nuclearisti" non si fermino davanti a niente, neppure di fronte all'evidenza di una nuova Chernobyl (o una nuova Harrisburg), fa capire il senso delle parole di Beppe Grillo che lo scorso giovedì ad Annozero (youtube.com/watch?v=Av-kDM-n4S4) ha detto chiaro e tondo che "siamo in guerra". E come non dare torto al comico e attivista civile genovese di fronte alle posizioni dei politici, che mettono il cittadino all'ultimo posto della scala dei propri "valori". Grillo nell'intervista è netto: "Basta! Questa è una guerra! Mettetevi in condizioni di dire: 'Questa è una guerra!', se sono parole forti me ne sbatto i coglioni, dovete andare a fare in culo, tu Berlusconi, tutta questa gente vergognosa e non dovete andare via per il bunga bunga, non me ne frega un caz... del vostro bunga bunga, ve ne dovete andare via perché siete contro la società, siete contro il progresso e contro il futuro di questo Paese! La gente è contro, le regioni sono contro, dove vanno a farlo il nucleare? Dove? Con l'esercito? Ma basta dell'esercito, Giannini per favore sei il Generale, fermali tu! Ma è possibile? Vanno a fare le cose contro la volontà? Ma allora che democrazia è? Allora non accetto più nessuna legge da questa gente, non accetto più nulla da questa gente che ha escluso i cittadini da qualsiasi tipo di intervento, ho detto la mia, sul nucleare fate il nucleare, dico la mia sull'acqua che non voglio sia privatizzata me la volete privatizzare, vado a filmare una … faccio 350 mila firme per togliere i criminali dal Parlamento condannati due legislature, il voto di preferenza delle elezioni, le mettete in un cassetto, dove caz... è andato a finire il cittadino? Con chi ha i rapporti il cittadino? Con un poliziotto antisommossa? E' questo che volete? E' finito il nucleare, è finito e lo faremo finire il 12 e il 13 giugno, lo faremo finire, fosse l'ultima cosa che faccio perché ho dei figli e voi mi state puntando una pistola oltre a me, sulla tempia dei miei figli, finito!"

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: