le notizie che fanno testo, dal 2010

Grillo a PD: Blog di Beppe Grillo non è mio. C'è un leader M5S fantasma?

A seguito di una querela del PD, Beppe Grillo tramite il suo legale fa sapere che lui "non ha alcun potere di direzione né di controllo sul Blog" che porta il suo nome, e che tutti i post non firmati non sono direttamente riconducibili al comico. Chi ha scritto allora in questi lunghi anni, compresi i "comunicati politici"? Il vero leader del M5S è stato quindi finora tenuto nascosto?

Il Blog di Beppe Grillo, come da testata che appare sul sito, in realtà non è di Beppe Grillo. Che la proprietà del blog non fosse del comico diventato poi fondatore, poi garante ed infine capo politico del MoVimento 5 Stelle era in verità noto da tempo, visto che il sito è sempre stato registrato da un certo Emanuele Bottaro anche se il nome a dominio è, guarda caso, beppegrillo.it.

Finora però nessuno aveva mai messo in dubbio che i post pubblicati da anni sul Blog di Beppe Grillo fossero proprio di Beppe Grillo, tranne quelli firmati da altri che il sito di tanto in tanto ospita.

Sul Blog di Beppe Grillo infatti ci sono centinaia e centinaia e centinaia di post pubblicati senza alcuna firma in calce, fin dal 2000 quando il comico fonda beppegrillo.it assieme a Gianroberto Casaleggio (sul Blog di Beppe Grillo sono disponibili però solo i post pubblicati dal gennaio 2005).

La maggioranza di questi post non sono firmati, ma sono gli stessi che hanno nel tempo permesso, sempre a Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio, di fondare nel 2009 il MoVimento 5 Stelle sulla scia della protesta e dell'indignazione politica che veniva montata sul blog.

Il 31 marzo 2016 sul Blog di Beppe Grillo viene pubblicato l'ennesimo post senza firma dove si legge, in riferimento all'inchiesta sull'impianto di Tempa Rossa, frasi come "Tutti collusi. Tutti complici. Con le mani sporche di petrolio e denaro".

A quel punto il tesoriere del PD, Francesco Bonifazi, denuncia Beppe Grillo per diffamazione ma oggi si scopre che il capo politico del MoVimento 5 Stelle "non è responsabile, né gestore, né moderatore, né direttore, né provider, né titolare del dominio, del blog, né degli account Twitter, né dei tweet e non ha alcun potere di direzione né di controllo sul Blog, né sugli account Twitter, né sui tweet e tanto meno su ciò che ivi viene postato" come si legge nella memoria difensiva presentata dai suoi legali.

E così la causa, iniziata a Genova per via della residenza anagrafica di Beppe Grillo, dovrà proseguire a quanto pare a Roma, dove i giudici hanno inviato tutto l'incartamento avendo riscontrato un difetto di competenza.

A stretto giro, Beppe Grillo risponde dal suo Blog, che però di fatto da oggi non è più suo, stando bene attendo a firmare il post per attribuirsi in questo caso la paternità di quantro scritto.

Beppe Grillo quindi precisa che "Il Blog beppegrillo.it è una comunità online di lettori, scrittori e attivisti a cui io ho dato vita e che ospita sia i miei interventi sia quelli di altre persone che gratuitamente offrono contributi per il Blog. - aggiungendo - Il pezzo oggetto della querela del PD era un post non firmato, perciò non direttamente riconducibile al sottoscritto. I post di cui io sono direttamente responsabile sono quelli, come questo, che riportano la mia firma in calce".

In questa storia, però, non è stanto importante sapere chi ha scritto il post incriminato. Sarà probabilmente la magistratura ad individuare l'autore dell'articolo, il quale dovrà difendersi in un eventuale processo di diffamazione.

Il problema infatti diventa prettamente politico. Se non è certo che sia stato Beppe Grillo in questi lunghi anni ad aver scritto quei post non firmati, facendo sognare ed infiammando gli animi degli utenti divenuti molti, poi, attivisti del M5S, chi è stato? Chi era che chiudeva i post con "in alto i cuori"? Chi era che scriveva i celebri "comunicati politici", quasi mai firmati? Chi è che in questi anni ha parlato, tramite il blog, lasciando credere che fosse Beppe Grillo?

A questo punto sarebbe bene saperlo, perché forse la base del MoVimento 5 Stelle potrebbe aver voglia, finalmente, di scoprire chi è il suo vero leader.

© riproduzione riservata | online: | update: 15/03/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Grillo a PD: Blog di Beppe Grillo non è mio. C'è un leader M5S fantasma?
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI