le notizie che fanno testo, dal 2010

Gianni Vattimo: conversazione con Beppe Grillo ma "non è candidabile" con M5S

Gianni Vattimo dopo il PDS e l'Italia dei Valori tenta di rientrare al Parlamento Europeo con il MoVimento 5 Stelle, a cui si è iscritto. Ma dopo una "conversazione amichevole" con Beppe Grillo, Gianni Vattimo apprende da Twitter che "non è candidato né candidabile", come scrive il leader dei M5S

"Gianni Vattimo non è candidato né candidabile alle elezioni europee con il MoVimento 5 Stelle" annuncia su Twitter Beppe Grillo. Eppure, dal suo blog il filosofo torinese scrive il 15 gennaio che dopo aver "raggiunto finalmente Beppe Grillo" al telefono, a seguito di una "conversazione amichevole, si intende che dovrà rispettare le procedure del MoVimento per entrare nella lista dei candidati". Questa mattina, invece, arriva lo stop definitivo di Beppe Grillo, e questo nonostante Gianni Vattimo abbia già deciso di "iscriversi al MoVimento" per offrire "di costituire un riferimento europeo", sottolineando già come "sarebbe il primo deputato europeo dei Cinque Stelle!". La sua carriera in politica, riassume Gianni Vattimo sul suo blog, comincia infatti "dal PdS. Veltroni lo fa eleggere al Parlamento europeo, come indipendente" ma "il PdS non lo ricandida nel 2004" e così comincia ad avere "contatti amichevoli con Di Pietro ma finisce per candidarsi, senza successo, con il PdCI. Nel 2009 matura il suo rapporto con Di Pietro" e così "riesce a rientrare al Parlamento Europeo". Gianni Vattimo spiega che ora, nel 2014 "Di Pietro, a cui si sente ancora profondamente legato, programma di ricandidarsi in Europa come capolista di IdV, ma senza chance di raggiungere il quorum" e quindi decide che "unica via verosimile, provare con i Cinque Stelle, visto che sono l'alternativa ai due schieramenti 'di regime' ". "Però loro saranno interessati?" conclude il filosofo. Il MoVimento 5 Stelle non si sà, mentre Beppe Grillo è stato chiaro.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: