le notizie che fanno testo, dal 2010

Blog Beppe Grillo: PD PDL a casa in un modo o nell'altro. Ma in che altro modo?

Sul blog Beppe Grillo tuona contro i "Padri Puttanieri" che bisogna "mandare a casa" "in un modo o nell'altro". Ma qual è "l'altro modo" di cui parla Beppe Grillo?

Dopo la non brillante figura del MoVimento 5 Stelle nel corso dell'incontro con Pier Luigi Bersani, sul blog di Beppe Grillo sono fioccate molte critiche per la linea politica dei pentastellati. Nonostante Bersani abbia lasciato intendere molto chiaramente che se non riuscirà a formare un governo il successivo "scenario" vedrà protagonista il PDL di Silvio Berlusconi , il MoVimento 5 Stelle si è arroccato sulle sue posizioni. Mentre Roberta Lombardi, che ha reso a molti simpatica la signorina Rottenmeier di Heidi, dice a Bersani che il M5S "non incontra le parti sociali perché sono loro le parti sociali", Vito Crimi ribadisce che i 5 Stelle non voteranno mai la fiducia a nessun partito ma la chiederanno se Napolitano (ma solo in qualche incubo in veste di Morfeo probabilmente) affidasse a loro l'incarico di formare un governo, naturalmente stellato e monocolore. Paradosso inconcepibile persino per Zenone. E così, sul blog di Beppe Grillo, in attesa del portale, attivisti e non sono tornati a far sentire la propria voce digitale, che per il capo politico del MoVimento 5 Stelle uscirebbe però non dal libero pensiero da ben altri orifizi, per non ripetere il suo elegante registro linguistico.

Sul blog, Beppe Grillo ricorda quindi che "è nuovamente possibile per gli autorizzati segnalare i commenti dei troll o degli utenti che contravvengono alle regole" con tanto di invito a "partecipare numerosi!". Ma non solo. Forse per giustificare il fatto che l'Italia non riuscirà ad avere un governo in un momento di crisi economica nera grazie al no tout court del MoVimento 5 Stelle, nonostante Bersani abbia sottolineato che "la fiducia si dà e si toglie" (come a dire, mettetemi alla prova), Beppe Grillo nel suo ultimo post sul blog si scaglia contro quelli che, sempre elegantemente, chiama "Padri Puttanieri", cioè "quelli che hanno sulle spalle la più grande rapina ai danni delle giovani generazioni. Questi padri che chiagnono e fottono sono i Bersani, i D'Alema, i Berlusconi, i Cicchitto, i Monti che ci prendono allegramente per il culo ogni giorno con i loro appelli quotidiani per la governabilità". PD e PDL "sono vent'anni che ci prendono per il culo e non hanno ancora il pudore di togliersi in modo spontaneo dai coglioni" scrive ancora sul blog Beppe Grillo, annunciando che i figli manderanno a casa questi padri, "in un modo o nell'altro".

Qualcuno a questo punto si sarà forse però domandato quale sarebbe "l'altro modo" di cui parla Beppe Grillo. In una democrazia, infatti, c'è un solo modo per vincere l'avversario, politicamente, e cioè sconfiggerlo alle elezioni. Se non si riesce a sconfiggere l'avversario, è perché lo sfidante non ha saputo proporre una alternativa migliore, e questo vale anche per il MoVimento 5 Stelle, che piaccia o meno. Sempre che "l'altro modo" non sia il credere davvero che i partiti debbano "morire", affinché rimanga solo un Highlander.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: