le notizie che fanno testo, dal 2010

Beppe Grillo tra i nomi per elezione Presidente della Repubblica?

Sul blog, Beppe Grillo spiega le procedure per le votazioni online per la scelta del nome del prossimo Capo dello Stato del MoVimento 5 Stelle, e dà una indicazione: "Io ritengo che il prossimo Presidente della Repubblica non debba venire dalla politica, né ricoprire, o aver ricoperto, incarichi istituzionali". Spunterà anche il nome di Beppe Grillo?

Beppe Grillo lancia le procedure delle imminenti votazioni online per la scelta del nome che il MoVimento 5 Stelle voterà in Parlamento come prossimo Presidente della Repubblica. Del famoso portale atteso da anni dagli attivisti del MoVimento 5 Stelle non si accenna minimanente, e quindi tutte le procedure per la votazione passeranno dal sito beppegrillo.it. Beppe Grillo specifica che "il processo di voto sarà verificato da un ente esterno", anche se per il momento non specifica quale. Per riassumere, le votazioni online per la scelta del nome del Presidente della Repubblica pentastellato si divideranno in due step. Per prima cosa, l'iscritto al MoVimento 5 Stelle (entro il 31 dicembre 2012), dovrà accedere alla sua pagina personale l'11 aprile 2013 dalle 10:00 alle 21:00, e potrà proporre il nome del suo candidato. L'iscritto potrà proporre un solo candidato con nome e cognome e non potrà modificare la scelta. Dopo che tutti gli iscritti avranno inviato il proprio nome, ci sarà la votazione online sui primi 10 candidati selezionati. La votazione avverrà sul sito beppegrillo.it, dalle 10:00 alle 21:00 due giorni prima della votazione in Aula per l'elezione del Presidente della Repubblica. In altre parole, tutti gli iscritti al MoVimento 5 Stelle potranno proporre un proprio nome (anche dello zio) ed i 10 più scelti saranno votati. Il nome che prenderà più voti sarà votato a sua volta dagli eletti del MoVimento 5 Stelle in Parlamento. Beppe Grillo però dà una indicazione agli iscritti del MoVimento 5 Stelle sul nome da proporre, e sul suo blog scrive: "Io ritengo che il prossimo Presidente della Repubblica non debba venire dalla politica, né ricoprire, o aver ricoperto, incarichi istituzionali". C'è probabilmente quindi chi è già pronto a scommettere che tra la rosa dei 10 nomi candidati alla Presidenza della Repubblica per i prossimi 7 anni spunterà anche quello di Beppe Grillo. La strategia del MoVimento 5 Stelle, anche per il nome del prossimo Presidente della Repubblica, ricalca quindi quella adottata per la formazione del governo. Il MoVimento 5 Stelle non voterà mai un candidato proposto dal PD o dal PDL, rischiando di creare quindi uno stallo istituzionale. A questo punto, una convergenza d'intenti tra le due maggiori coalizioni in campo sembra non solo necessaria, ma indispensabile.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: