le notizie che fanno testo, dal 2010

Beppe Grillo si è rotto il bunga bunga, il lettore le palle

Beppe Grillo interviene sullo scandalo bunga bunga e dice di essersi "rotto", perché "l'informazione è schierata in due parti stagne, ma complementari". Secondo il comico anche il lettore si sarebbe rotto "le palle", ma è forse è qui che si sbaglia.

Anche Beppe Grillo interviene sullo scandalo che in questi giorni sta coinvolgendo il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a causa di alcune dichirazioni fatte da Ruby, la minorenne di origini marocchine che dice di essere stata una volta ad una festa a casa del premier, ad Arcore, insieme ad altre 9 ragazze ed Emilio Fede.
Beppe Grillo, però, in un suo post di ieri titola senza mezzi termini che si è "rotto il bunga bunga", un po' infastidito dal fatto che, secondo lui, la stampa si occuperebbe solo di due argomenti.
"L'informazione è schierata in due parti stagne, ma complementari - spiega il comico dal suo blog - Una con il titolo principale che inizia quotidianamente per F come Fini, l'altra che ogni giorno parte con B come Berlusconi".
Beppe Grillo porta come esempio il fatto di aver "sfogliato un giornale di tre giorni fa credendo che fosse di oggi" e di essersene accorto "solo alla quinta pagina". Il comico genovese scrive che "la denuncia del bunga bunga è di sinistra, le inchieste sui misfatti del bilocale di Montecarlo sono di destra" mentre "la rottura di palle invece è del lettore". Ma è forse qui che si sbaglia Beppe Grillo, perché all'italiano invece piace, e un sacco, lo scandalo e purtroppo la maggioranza legge e cerca solo quello. O al massimo clicca sulle foto!

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: