le notizie che fanno testo, dal 2010

Beppe Grillo e MoVimento 5 Stelle invitati da Barnard a MMT di Rimini

Il giornalista Paolo Barnard invita Beppe Grillo e il MoVimento 5 Stelle a partecipare alla II Conferenza nazionale sulla Modern Money Theory (MMT) di Rimini per "formare un ministero del Tesoro ombra di assoluta autorevolezza". Chissà se Beppe Grillo vede nella MMT una "opzione" per il suo MoVimento 5 Stelle.

Mentre Beppe Grillo replica prontamente a Martin Schulz, presidente del Parlamento europeo, chiedendogli un incontro per dimostrare quanto il MoVimento 5 Stelle sia "democratico senza aggettivi, né ideologie", si fa ancora attendere la risposta al giornalista Paolo Barnard, promotore della MMT Italia (Modern Money Theory). Dopo aver organizzato lo scorso febbraio il primo summit in Italia per insegnare le basi della Scuola Economica della Modern Money Theory, Barnard sta mettendo in piedi la II Conferenza nazionale, in programma il 20 e 21 ottobre 2012 a Rimini e il 27 e 28 ottobre 2012 a Cagliari, dal titolo "Non eravamo i PIIGS. Torneremo Italia" .
"La Banca d'Italia ha mostrato che il nostro Paese entrò nell'Eurozona con la maggiore produzione industriale d'Europa. Dopo 10 anni di euro siamo fra i PIIGS, fra i 'maiali' d'Europa - scrive Paolo Barnard sul suo sito - Con la Lira l'Italia emerse dalle macerie della guerra per divenire in pochi anni la settima potenza mondiale, col maggior risparmio privato al mondo. Oggi falliscono 15.000 aziende all'anno e abbiamo i più bassi redditi dell'OCSE, le pensioni sono dimezzate, le tasse inaudite. E' l'Eurozona che ci distrugge, coi Trattati europei che hanno esautorato anche il nostro Parlamento. La crisi del debito italiano non esisteva prima dell'euro. Esiste oggi perché l'euro non è dell'Italia, ma delle banche internazionali, e dover onorare un debito nazionale con una moneta di altri è il vero motivo del nostro inarrestabile collasso". Citando il Prof. Paul Krugman, Premio Nobel per l'Economia, USA, il giornalista autore del saggio "Il più grande crimine" ricorda che "adottando l'Euro l'Italia si è ridotta allo stato di una nazione del Terzo Mondo che deve prendere in prestito una moneta straniera, con tutte i danni che ciò implica" e per questo motivo annuncia che da questa seconda conferenza di Rimini e Cagliari verrà stilato "un Manifesto Economico (trans-partitico) MMT di Salvezza Nazionale per aziende e cittadini".
La II Conferenza nazionale Modern Money Theory (MMT) avrà come relatori: il prof. James Galbraith dell'Università del Texas, la prof.ssa Stephanie Kelton dell'Università del Missouri KC, il dott. Warren Mosler del Levy Inst. di New York, il dott. Marshall Auerback della Inet New York, il prof. Alain Parguez dell'Università di Besancon (Francia) e naturalmente il gionalista Paolo Barnard che "ha studiato, fatto verifiche, ha sviscerato le teorie MMT. Poi le ha comprese appieno" come lo descrive la Kelton. L'obiettivo della conferenza di Rimini e Cagliari sulla MMT è quello di "guidare il Paese fuori dalla catastrofe dell'eurozona per: recuperare la sovranità monetaria e parlamentare, per salvare nell'immediato le imprese e per stilare, appunto, un manifesto di salvezza economica per imprese, giovani e anziani".

Un programma coraggioso che deve approdare anche a livello politico, e per questo Paolo Barnard chiede a Beppe Grillo e al MoVimento 5 Stelle di partecipare al convegno di Rimini come "osservatori". Una scelta che probabilmente ha in un primo momento spiazzato qualche lettore di lunga data di Barnard, a cui magari le parole del giornalista ne Il paradigma di Striscia, Costanzo, Le Iene, Mandela. La via della rovina e i vostri dubbi sono rimaste scolpite nella mente: "(...) Perché, sia chiaro e scolpito nella memoria: dal principio morale esteso a 360 gradi non ci si dissocia mai se si vuole veramente cambiare la Storia, a costo di soccombere per anni, secoli. Perché solo una cosa, e una cosa sola, può alterare la corruttibilità della nostra epoca: persone che sappiano aderire a quel principio morale a qualsiasi costo, sempre, e non part time - scriveva Paolo Barnard - Per salvare l'Italia sarebbe augurabile che esistesse un nugolo di anonimi cittadini coi piedi fermamente puntati sull'idea che il principio morale deve essere mantenuto a 360 gradi, sempre, a qualsiasi costo, in ogni azione e verso chiunque, piuttosto che bearci di una folla immane guidata dai paladini part time che voi perdonate".
Ma Paolo Barnard, come sempre, è molto chiaro, precisando: "Non salto sul suo carro, né penso che Grillo, come Grillo è ora, sia una promessa su cui fare affidamento". Barnard spiega come Beppe Grillo e il MoVimento 5 Stelle "possono diventare il più importante partito non d'Italia, ma d'Europa", specificando però che "Grillo e il suo M5S così come sono ora non servono all'Italia, perché non hanno compreso chi e cosa veramente ha schiavizzato questo Paese". Barnard precisa infatti: "Grillo non ha una piattaforma economica di nessuno spessore, e credo che se l'avesse, se avesse l'umiltà di capire che se la deve studiare e formare, sia lui che i suoi simpatizzanti potrebbero dare un contributo enorme alla salvezza di noi persone in questa tragedia".
Per questo motivo Paolo Barnard offre a Beppe Grillo e al MoVimento 5 Stelle, come lo offre a tutti, la possibilità di comprendere la macroeconomia monetaria MMT e del Golpe Finanziario Neoclassico, Neomercantile e Neoliberista perché "con una macchina del genere, con cioè Keynes, Kalecki, Lerner, Minsky, Godley, Graziani, e 100 anni di economia 'funzionale', il M5S può veramente schierarsi all'altezza della UE e portare l'Italia fuori dal mostro di Bruxelles".

L'invito di Barnard a Beppe Grillo, infatti, è quello così di "formare un ministero del Tesoro ombra di assoluta autorevolezza con consulenti come James K. Galbraith (chief strategist), Warren Mosler (politica monetaria di Banca d'Italia, gestione titoli di Stato, stretta regolamentazione bancaria, gestione Borsa), Stephanie Kelton (politiche di spesa per la piena occupazione, pieno Stato Sociale, Previdenza Sociale, stabilità dei prezzi, ), Marshall Auerback (gestione portafoglio risparmi privati, strategie per le imprese, rilancio industriale)" sapendo che in tal modo "nessuno in Italia o in Europa, fra le formazioni politiche e i movimenti, avrebbe un'autorevolezza economica pari a questa. E l'economia è tutto".
Paolo Barnard indica quindi a Beppe Grillo "questa via, la offro ad altri, a patto che si dimostrino consapevoli della grande serietà della Modern Money Theory, della sua straordinaria potenzialità e dello sforzo che va fatto per capirla e applicarla". Martin Schulz afferma che "dire sempre no a tutto senza dire a favore di cosa si è non è un'opzione". Beppe Grillo respinge tale "accusa". Molti italiani attendono quindi ora di sapere se l'opzione di Paolo Barnard è contemplata nel panorama politico del MoVimento 5 Stelle.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: