le notizie che fanno testo, dal 2010

Beppe Grillo: andare ora alle elezioni è pura follia

Dopo la rottura tra Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini in molti stanno cominciando a pensare che si andrà presto al voto. Per Beppe Grillo "andare ora alle elezioni è pura follia" e ricorda che il MoVimento 5 Stelle "si presenterà alle elezioni politiche, che siano ora o nel 2013, e alle elezioni comunali del 2011".

Dopo la rottura tra Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini, che ha portato alla creazione del nuovo gruppo parlamentare "Futuro e Libertà", in molti stanno cominciando a pensare che forse non ci sarà bisogno di attendere il 2013 per ripresentarsi alle urne. Il PdL sembra comunque non preoccuparsene, affermando di avere sia in numeri per governare ora sia per governare in un prossimo futuro.
Per ora, quello che è certo, è che "la telenovela estiva del governo e dell'opposizione occupa tutta l'informazione", come afferma nel "Comunicato politico numero 34" Beppe Grillo.
Per il comico genovese "andare ora alle elezioni è pura follia", spiegando a chi le vuole che non ha ben chiaro tre cose: "la prima è che il Paese è in pre default e non può permettersi un periodo di stallo elettorale di sei mesi senza saltare per aria, la seconda è che l'attuale legge elettorale è una presa per il culo del cittadino, la terza è che Berlusconi vincerebbe di nuovo grazie al controllo totale delle televisioni e all'evanescenza dell'opposizione del Pdmenoelle".
Per Beppe Grillo attualmente la soluzione migliore sarebbe quella di un governo tecnico che metta "sotto controllo il debito pubblico", che cambi la legge elettorale, in maniera tale da ridare al cittadino il diritto di scegliere liberamente il candidato da votare, che elimini i rimborsi elettorali ai partiti (come stabilisce un referendum) e che faccia "una legge sul conflitto di interessi che elimini alla radice il problema Berlusconi".
Il comunicato si conclude segnalando che il MoVimento 5 Stelle (che alle scorse regionali "ha raccolto mezzo milione di voti in 5 Regioni autofinanziandosi") "si presenterà alle elezioni politiche, che siano ora o nel 2013, e alle elezioni comunali del 2011", e come sempre la scelta dei candidati sarà fatta on-line attraverso un portale non ancora attivo ma su cui stanno lavorando.
Beppe Grillo non risparmia, naturalmente, le ultime scelte di Fini, sottolineando come l'attuale Presidente della Camera abbia "sostenuto per quindici anni lo psiconano e ora si atteggia a extravergine".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: