le notizie che fanno testo, dal 2010

Beppe Grillo: Osama Bin Laden è stato "terminato", parola di Obama

Perché Osama Bin Laden è stato ucciso e non catturato vivo per essere processato? Perché non vi è una prova oggettiva della sua uccisione? Una esigua minoranza continua a farsi, e a porre, queste ed altre domande, tra cui Beppe Grillo dal suo blog.

Perché Osama Bin Laden è stato ucciso, anche se "non armato" come rivela la Casa Bianca? E perché finora non è stata mostrata nemmeno una prova "oggettiva" della morte del leader di Al Qaida, visto che l'unica foto che ha girato su internet e in TV era un falso (storico)? Perché la villa di Bin Laden pare fosse a sole poche centinaia di metri dall'Accademia militare per ufficiali pachistani dell'esercito regolare e dello stesso servizio segreto interno Isi? Perché gli Stati Uniti non hanno preferito catturare vivo colui che è stato indicato come l'autore degli attentati dell'11 settembre 2001, in maniera tale da poterlo processare e capire come quella terribile strage, che ha cambiato il mondo, è stata organizzata, e perché? Una esigua minoranza (purtroppo) di persone continua a farsi, e a porre, queste ed altre domande, tra cui Beppe Grillo che dal suo blog sottolinea che "persino i nazisti, prima di essere impiccati, furono processati a Norimberga". Beppe Grillo precisa quindi che "Bin Laden non è stato assassinato, ucciso, fucilato, ammazzato, sparato. No. Bin Laden è stato 'terminato', citando le parole di Obama. Un'elegante metafora che riduce un uomo a un insetto. I familiari di Goring non furono condannati a morte, un figlio di Bin Laden è stato invece 'terminato'. Era lì, sul luogo del delitto, la colpa è sua". "Bin Laden, l'ex amico della CIA e degli Stati Uniti, educato nelle migliori università occidentali, è innocente o colpevole dell'11 settembre? - si domanda infatti il comico genovese - Avrebbe dovuto stabilirlo un tribunale in base alle prove, al dibattimento. Il mondo avrebbe assistito e, forse, capito". Beppe Grillo ricorda poi come il Pakistan sia uno Stato indipendente ma nonostante questo gli Stati Uniti non hanno chiesto nessuna autorizzazione per compiere l'azione, sottolineando anche come quella "palazzina di tre piani a Abbottabad, non distante da Islamabad" è una nota località turistica nonché gremita di caserme, e che quindi "il governo pachistano non poteva non sapere, così come a suo tempo il governo italiano non poteva non sapere che Totò Riina viveva con la sua famiglia al centro di Palermo". E poi la classica domanda che potrebbe presto diventare un boomerang per Obama: "Il cadavere di Bin Laden è stato, secondo le fonti statunitensi gettato in mare dopo un funerale islamico(?) su di una portaerei. Lo hanno trasportato da Islamabad per centinaia chilometri per darlo in pasto ai pesci. Chi potrà dimostrare il decesso?". Beppe Grillo fa notare, poi, come "le scene di giubilo nelle strade delle città americane dopo la notizia della scomparsa di Osama hanno ricordato le stesse scene nei Paesi arabi dopo il crollo delle Torri Gemelle" invitando tutti, come avrebbe fatto il pacifista Vittorio Arrigoni, a "restare umani". "Bin Laden è stato sacrificato, ammesso che non fosse già morto da tempo. 'Terminato' come si usa dire in America per coloro che osano sfidarla" conclude il comico e leader del MoVimento 5 Stelle. Ma perché? "Bin Laden serve a Obama per vincere le elezioni". Parola di Beppe Grillo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: