le notizie che fanno testo, dal 2010

Unico Papa dimesso Benedetto XVI? No, ma primo storia moderna

Non è l'unico Papa che si è dimesso Benedetto XVI. Prima di Papa Ratzinger hanno rinunciato al trono di Pietro altri 5 Papi, ma il Santo Padre è il primo della storia moderna. "Una scelta di grande libertà, di grande coraggio, di grande rispetto di sé e verso la Chiesa intera" commentano i vaticanisti.

Non è l'unico Papa che si è dimesso Benedetto XVI . Come ricorda anche padre Federico Lombardi, la rinuncia al ministero di Pietro è previsto nel diritto canonico, dove al canone 332 paragrafo 2, si legge: "Nel caso che il romano pontefice rinunci al suo ufficio si richiede per la validità che la rinuncia sia fatta liberamente e che venga debitamente manifestata. Non si richiede invece che qualcuno la accetti". Prima di Papa Ratzinger, infatti, avevano abdicato San Clemente I (anno 97), Papa Ponziano (28 settembre 235), Papa Silverio (537), Benedetto IX (ebbe addirittura ben tre Pontificati, l'ultimo conclusosi nel 1048) e Papa Celestino V (13 dicembre 1294). Papa Benedetto XVI, quindi, è il sesto Pontefice che si è dimesso, ma il primo della storia moderna.

"Qui c'è una scelta di grande libertà, di grande coraggio, di grande rispetto di sé e verso la Chiesa intera, mi sembra. Quindi, un atto di grande responsabilità, abbastanza inedito, perché bisogna andare a Celestino V oppure ad alcune ipotesi, mai praticate: Paolo VI, Giovanni Paolo II...avevano prospettato questa possibilità, poi hanno fatto una scelta diversa" precisa il vaticanista de L'Unità Roberto Monteforte pochi minuti dopo aver appreso delle dimissioni di Papa Ratzinger. "E' un grande shock. Ma mi sembra anche un segno di grande responsabilità di Benedetto XVI, un gesto di umiltà, di disponibilità per una nuova stagione per la Chiesa" sottolinea anche il vaticanista del giornale americano National Catholic Reporter, John Allen. Decisione inaspettata e appresa con grande emozione, esattamente come da tanti fedeli, anche dalla vaticanista dell'Ansa Giovanna Chirri, che non saputo trattenere le lacrime, come confessa a Radio Vaticana. Perché "Benedetto VXI è un grande Papa insegnante. E' stato un Pontificato pieno di insegnamenti, di approfondimenti della dottrina cristiana, anche del ruolo della Chiesa, delle persone di fede nella post-modernità. Secondo me su questo livello, cioè sull'analisi acuta e profonda intellettuale di Benedetto su questo incrocio tra fede e ragione, è lì, forse, il suo contributo più profondo" spiega John Allen, mentre Giovanna Chirri non ha dubbi nel ritenere Papa Ratzinger, anche per la scelta coraggiosa di rinunciare al ministero di Pietro affinché la Chiesa fosse guidata da un Pastore che abbia "vigore sia del corpo, sia dell'animo" in questo "mondo di oggi soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede", "un 'grandissimo', avvicinabile sicuramente ai Padri della Chiesa".

Leggi anche: Papa dimesso. Si compie Profezia di Malachia? Lombardi: nessun scisma

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: