le notizie che fanno testo, dal 2010

Papa: evento della Pentecoste viene rappresentato come un nuovo Sinai

Papa Benedetto XVI nell'omelia della Domenica della Pentecoste spiega il perché "la Chiesa è cattolica fin dal primo momento, che la sua universalità non è il frutto dell'inclusione successiva di diverse comunità". Ma anche perché "l'evento della Pentecoste viene rappresentato come un nuovo Sinai".

Papa Bendetto XVI nel corso della Celebrazione Eucaristica della Domenica di Pentecoste ha pronunciato un'omelia che come sempre colpisce per la sua chiarezza e semplicità rapportata a questioni teologiche di grande complessità. Se c'è una qualità che caratterizza Papa Ratzinger è sicuramente quella della capacità "divulgativa" (ci si passi il termine) di concetti molto difficili senza mai banalizzare o utilizzare un registro linguistico "impoverito". Papa Benedetto XVI sembra sempre rivolgersi a due tipi di persone, colte e "ignoranti", senza deludere sui concetti e sul modo di spiegarli. Così questa Domenica di Pentecoste è stato di notevole interesse il momento in cui il Papa nella sua omelia spiega che: "Nella liturgia di oggi cogliamo ancora un'ulteriore connessione. Lo Spirito Santo è Creatore, è al tempo stesso Spirito di Gesù Cristo, in modo però che il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo sono un solo ed unico Dio. E alla luce della prima Lettura possiamo aggiungere: lo Spirito Santo anima la Chiesa. Essa non deriva dalla volontà umana, dalla riflessione, dall'abilità dell'uomo e dalla sua capacità organizzativa, poiché se così fosse essa già da tempo si sarebbe estinta, così come passa ogni cosa umana. Essa invece è il Corpo di Cristo, animato dallo Spirito Santo". L'altro brano suggestivo è il parallelismo tra il Sinai "fumante" e l'evento della Pentecoste. Dice infatti il Papa nell'omelia: "Le immagini del vento e del fuoco, usate da san Luca per rappresentare la venuta dello Spirito Santo (cfr At 2,2-3), ricordano il Sinai, dove Dio si era rivelato al popolo di Israele e gli aveva concesso la sua alleanza; 'il monte Sinai era tutto fumante – si legge nel Libro dell'Esodo –, perché su di esso era sceso il Signore nel fuoco' (19,18). Infatti Israele festeggiò il cinquantesimo giorno dopo Pasqua, dopo la commemorazione della fuga dall'Egitto, come la festa del Sinai, la festa del Patto. Quando san Luca parla di lingue di fuoco per rappresentare lo Spirito Santo, viene richiamato quell'antico Patto, stabilito sulla base della Legge ricevuta da Israele sul Sinai. Così l'evento della Pentecoste viene rappresentato come un nuovo Sinai, come il dono di un nuovo Patto in cui l'alleanza con Israele è estesa a tutti i popoli della Terra, in cui cadono tutti gli steccati della vecchia Legge e appare il suo cuore più santo e immutabile, cioè l'amore, che proprio lo Spirito Santo comunica e diffonde, l'amore che abbraccia ogni cosa. Allo stesso tempo la Legge si dilata, si apre, pur diventando più semplice: è il Nuovo Patto, che lo Spirito 'scrive' nei cuori di quanti credono in Cristo". Per questo Papa Benedetto XVI sottolinea: "L'estensione del Patto a tutti i popoli della Terra è rappresentata da san Luca attraverso un elenco di popolazioni considerevole per quell'epoca (cfr At 2,9-11). Con questo ci viene detta una cosa molto importante: che la Chiesa è cattolica fin dal primo momento, che la sua universalità non è il frutto dell'inclusione successiva di diverse comunità. Fin dal primo istante, infatti, lo Spirito Santo l'ha creata come la Chiesa di tutti i popoli; essa abbraccia il mondo intero, supera tutte le frontiere di razza, classe, nazione; abbatte tutte le barriere e unisce gli uomini nella professione del Dio uno e trino. Fin dall'inizio la Chiesa è una, cattolica e apostolica: questa è la sua vera natura e come tale deve essere riconosciuta. Essa è santa, non grazie alla capacità dei suoi membri, ma perché Dio stesso, con il suo Spirito, la crea, la purifica e la santifica sempre". L'omelia integrale del Santo Padre è come sempre disponibile sul sito della Santa Sede (http://is.gd/A8Hnqg).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: