le notizie che fanno testo, dal 2010

Papa dopo dimissioni come Mosè contro Amalek: intercede per la Chiesa

La "funzione principale per la Chiesa" di Papa Benedetto XVI dopo che si sarà dimesso sarà "l'intercessione", sarà per i fedeli "una presenza contemplativa, come quella di Mosè che sale sul monte a pregare per il popolo d'Israele che giù nella valle combatte contro Amalek".

Sono iniziati oggi gli Esercizi spirituali di Papa Benedetto XVI, nella Cappella Redemptoris Mater del Palazzo Apostolico Vaticano, che si concluderanno sabato mattina 23 febbraio. Le meditazioni saranno dettate dal Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, e Radio Vaticana rende noto che gli esercizi spirituali verteranno sul tema "Ars orandi, ars credendi. Il volto di Dio e il volto dell'uomo nella preghiera salmica". E la prima meditazione del cardinale Ravasi che ha proposto è "un'immagine biblica per rappresentare il futuro della presenza di Benedetto XVI nella Chiesa" dopo le sue dimissioni, il 28 febbraio. Il cardinale Gianfranco Ravasi spiega che quella di Benedetto XVI sarà quindi "una presenza contemplativa, come quella di Mosè che sale sul monte a pregare per il popolo d'Israele che giù nella valle combatte contro Amalek".

"Allora Amalek venne a combattere contro Israele a Refidim. Mosè disse a Giosuè: "Scegli per noi alcuni uomini ed esci in battaglia contro Amalek. Domani io starò ritto sulla cima del colle con in mano il bastone di Dio". Giosuè eseguì quanto gli aveva ordinato Mosè per combattere contro Amalek, mentre Mosè, Aronne, e Cur salirono sulla cima del colle. Quando Mosè alzava le mani, Israele era il più forte, ma quando le lasciava cadere, era più forte Amalek. Poiché Mosè sentiva pesare le mani dalla stanchezza, presero una pietra, la collocarono sotto di lui ed egli vi sedette, mentre Aronne e Cur, uno da una parte e l'altro dall'altra, sostenevano le sue mani. Così le sue mani rimasero ferme fino al tramonto del sole. Giosuè sconfisse Amalek e il suo popolo passandoli poi a fil di spada. Allora il Signore disse a Mosè: "Scrivi questo per ricordo nel libro e mettilo negli orecchi di Giosuè: io cancellerò del tutto la memoria di Amalek sotto il cielo!". Allora Mosè costruì un altare, lo chiamò "Il Signore è il mio vessillo" e disse: "Una mano s'è levata sul trono del Signore: vi sarà guerra del Signore contro Amalek di generazione in generazione!" si legge nella Sacra Bibbia, Libro dell'Esodo.

L'immagine di "Mosè che sale sul monte a pregare per il popolo d'Israele che giù nella valle combatte contro Amalek" rappresenta, spiega quindi il cardinale Gianfranco Ravasi nel corso della prima meditazione rivolgendosi a Papa Benedetto XVI, "la funzione principale - sua - per la Chiesa, cioè l'intercessione, intercedere: noi rimarremo nella 'valle', quella valle dove c'è Amalek, dove c'è la polvere, dove ci sono le paure, i terrori anche, gli incubi, ma anche le speranza, dove lei è rimasto in questi otto anni con noi. D'ora in avanti, però, noi sapremo che, sul monte, c'è la sua intercessione per noi".

Gli esercizi spirituali sono proseguiti, come rivela sempre Radio Vaticana con l'indicazione del cardinale Ravasi che riprende il tema della preghiera nei Salmi, "sottolineando 4 verbi: pregare è respirare, perchè la preghiera è come l'aria per la nostra vita; pregare è pensare, è conoscere Dio, come faceva Maria che custodiva gli eventi nel suo cuore; pregare è anche lottare con Dio, soprattutto quando si è nell'aridità, nel buio della vita, quando eleviamo in alto il nostro grido disperato, che può sembrare anche blasfemo; pregare, infine, è amare, poter abbracciare Dio. E la preghiera spesso è un incrocio silenzioso degli occhi tra due innamorati - citando - Voi sapete bene, lo diceva il grande Pascal, che nella fede, come nell'amore, i silenzi sono molto più eloquenti delle parole. Due innamorati veri, quando hanno esaurito tutto l'arsenale dei luoghi comuni del loro amore, ripetendosi lo stereotipo anche dell'amore, se sono veramente innamorati, si guardano negli occhi e tacciono".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: