le notizie che fanno testo, dal 2010

Papa: Spirito Santo è lo Spirito creatore di tutte le cose

Papa Benedetto XVI nella Domenica di Pentecoste pronuncia un'omelia molto suggestiva, ricordando che "Dio si rivela, ha un volto, Dio è ragione, Dio è volontà, Dio è amore, Dio è bellezza".

Nella Domenica di Pentecoste Papa Benedetto XVI ha presieduto nella Basilica Vaticana la Santa Messa, pronunciando un'omelia come sempre affascinante ed interessante, anche dal punto di vista prettamente culturale, per così dire. Nell'omelia il Papa ha spiegato: "Celebriamo oggi la grande solennità della Pentecoste. Se, in un certo senso, tutte le solennità liturgiche della Chiesa sono grandi, questa della Pentecoste lo è in una maniera singolare, perché segna, raggiunto il cinquantesimo giorno, il compimento dell'evento della Pasqua, della morte e risurrezione del Signore Gesù, attraverso il dono dello Spirito del Risorto". Papa Benedetto XVI si è poi soffermato sul significato delle letture: "Nella liturgia della Pentecoste, al racconto degli Atti degli Apostoli sulla nascita della Chiesa (cfr At 2,1-11), corrisponde il salmo 103 che abbiamo ascoltato: una lode dell'intera creazione, che esalta lo Spirito Creatore il quale ha fatto tutto con sapienza: 'Quante sono le tue opere, Signore! Le hai fatte tutte con saggezza; la terra è piena delle tue creature ... Sia per sempre la gloria del Signore; gioisca il Signore delle sue opere'". Il Santo Padre approfondisce il discorso: "Ciò che vuol dirci la Chiesa è questo: lo Spirito creatore di tutte le cose, e lo Spirito Santo che Cristo ha fatto discendere dal Padre sulla comunità dei discepoli, sono uno e il medesimo: creazione e redenzione si appartengono reciprocamente e costituiscono, in profondità, un unico mistero d'amore e di salvezza". "Lo Spirito Santo è innanzitutto Spirito Creatore e quindi la Pentecoste è festa della creazione" continua Papa Benedetto XVI, e ricorda che: "Per noi cristiani, il mondo è frutto di un atto di amore di Dio, che ha fatto tutte le cose e del quale Egli si rallegra perché è 'cosa buona', 'cosa molto buona', come ci ricorda il racconto della creazione (cfr Gen 1,1-31)". E il Santo Padre sottolinea che: "Dio perciò non è il totalmente Altro, innominabile e oscuro. Dio si rivela, ha un volto, Dio è ragione, Dio è volontà, Dio è amore, Dio è bellezza. La fede nello Spirito Creatore e la fede nello Spirito che il Cristo Risorto ha donato agli Apostoli e dona a ciascuno di noi, sono allora inseparabilmente congiunte". Tutta l'omelia del Papa è come sempre disponibile integralmente sul sito della Santa Sede (http://is.gd/A8Hnqg).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: