le notizie che fanno testo, dal 2010

Papa Benedetto: san Luigi Guanella "profeta e apostolo della carità"

Papa Benedetto XVI proclama tre nuovi Santi tra cui Luigi Guanella, fondatore delle congregazioni dei Servi della Carità e delle Figlie di Santa Maria della Divina Provvidenza, proclamato beato nel 1964 da Paolo VI. Papa Ratzinger di lui dice: "E' per tutta la Chiesa un particolare dono di grazia".

Papa Benedetto XVI ha celebrato domenica la Canonizzazione di tre Beati: Guido Maria Conforti (1865-1931), Arcivescovo-Vescovo di Parma, Fondatore della Pia Società di San Francesco Saverio per le Missioni Estere; Luigi Guanella (1842-1915), Sacerdote, Fondatore della Congregazione dei Servi della Carità e dell'Istituto delle Figlie di Santa Maria della Provvidenza; Bonifacia Rodríguez Castro (1837-1905), Fondatrice della Congregazione delle Serve di San Giuseppe. Il Santo Padre nell'omelia riflette sulle parole del Vangelo appena lette e ricorda quanto "provvidenziale risulta allora il fatto che proprio oggi la Chiesa indichi a tutti i suoi membri tre nuovi Santi che si sono lasciati trasformare dalla carità divina e ad essa hanno improntato l'intera loro esistenza. In diverse situazioni e con diversi carismi, essi hanno amato il Signore con tutto il cuore e il prossimo come se stessi 'così da diventare modello per tutti i credenti'". Uno di questi è san Luigi Guanella che, come dice il Papa della sua testimonianza umana e spirituale "è per tutta la Chiesa un particolare dono di grazia". Papa Benedetto XVI infatti afferma: "Durante la sua esistenza terrena egli ha vissuto con coraggio e determinazione il Vangelo della Carità, il 'grande comandamento' che anche oggi la Parola di Dio ci ha richiamato. Grazie alla profonda e continua unione con Cristo, nella contemplazione del suo amore, Don Guanella, guidato dalla Provvidenza divina, è diventato compagno e maestro, conforto e sollievo dei più poveri e dei più deboli. L'amore di Dio animava in lui il desiderio del bene per le persone che gli erano affidate, nella concretezza del vivere quotidiano". Il Santo Padre descrive san Luigi Guanella come "un profeta e un apostolo della carità" ricordando che "nella sua testimonianza, così carica di umanità e di attenzione agli ultimi, riconosciamo un segno luminoso della presenza e dell'azione benefica di Dio: il Dio - come è risuonato nella prima Lettura - che difende il forestiero, la vedova, l'orfano, il povero che deve dare a pegno il proprio mantello, la sola coperta che ha per coprirsi di notte". L'omelia completa di Papa Benedetto XVI è sul sito della Santa Sede (http://is.gd/4NbH4P).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: