notizie curiosità e varia umanità dalla rete
canali tematici di Mainfatti

Papa Benedetto XVI: "l'ecologia umana è una necessità imperativa"

Papa Benedetto XVI non cita mai Fukushima ma è chiaro che parla anche della tragedia nucleare che ha colpito il Giappone. Nel discorso agli Ambasciatori il Santo Padre sottolinea il ruolo dell'uomo rispetto alla tecnica: "E' l'uomo che viene al primo posto, è importante ricordarlo".

Papa Benedetto XVI il 9 giugno, nel suo discorso agli Ambasciatori, in occasione della presentazione collettiva delle "lettere credenziali", è stato molto chiaro e netto per quanto riguarda il rapporto tra "tecnica e umanità". Un rapporto che negli ultimi tempi è vistosamente squilibrato visto che, come insegna il disastro nucleare di Fukushima, l'uomo è ostaggio delle sue stesse invenzioni che non è capace di gestire. Il Santo Padre non cita mai Fukushima ma, giusto all'inizio del suo discorso, il riferimento alla catastrofe giapponese è evidente dato che afferma: "Il primo semestre di quest'anno è stato segnato da innumerevoli tragedie che hanno colpito la natura, la tecnologia e le persone. L'ampiezza di tali catastrofi ci chiama ad interrogarci". Il discorso del Papa è stato pronunciato in francese (http://is.gd/nZgCaX) ed ha toccato dei punti nodali che, se non verranno risolti, porteranno ad una crisi profonda dell'umanità sul nostro pianeta. La chiave di lettura del discorso sta comunque nella frase del Papa: "E' l'uomo che viene al primo posto, è importante ricordarlo". Papa Benedetto XVI ha infatti osservato come: "L'uomo, a cui Dio ha affidato la buona gestione della natura, non può essere dominato dalla tecnica e divenire suo oggetto" e sottolinea come "Una tale presa di coscienza deve portare gli Stati a riflettere insieme sull'avvenire a breve termine del pianeta, si prendano le loro responsabilità riguardo la nostra vita e la tecnologia". Papa Benedetto XVI ricorda che "L'ecologia umana è una necessità imperativa. Adottare in tutto uno stile di vita rispettoso dell'ambiente e sostenere la ricerca e l'uso di energie pulite che salvaguardino il patrimonio della Creazione e siano senza pericoli per l'uomo, devono essere delle priorità politiche ed economiche". La tecnica è difatti uno strumento creato dall'uomo ma diventa un boomerang contro l'umanità quando è mossa da interessi di parte e privi di qualsiasi solidarietà. Il Santo Padre a questo proposito dice che: "In questo senso, risulta necessario rivedere totalmente il nostro approccio nei confronti della natura. La natura non è unicamente uno spazio da sfruttare o un divertimento. La natura il luogo natale dell'uomo, la sua 'casa' per così dire. La natura è essenziale". Per questo Benedetto XVI avvisa che "una seria riflessione deve quindi essere condotta e delle soluzioni precise e percorribili devono essere proposte. L'insieme dei governanti devono impegnarsi a proteggere la natura e aiutarla a svolgere il suo ruolo essenziale per la sopravvivenza dell'umanità".

09/06/2011 | update: 10/06/2011
più informazioni su:
# Benedetto XVI# natura# Papa
ultime notizie in evidenza
articoli correlati
mondo
[23/10/2011]

Papa Benedetto XVI proclama tre Santi: Luigi Guanella, Bonifacia Rodríguez De Castro e Guido Maria Conforti. Di quest'ultimo il Santo Padre sottolinea che "egli per primo sperimentò e testimoniò quello che insegnava ai suoi missionari, che cioè la perfezione consiste nel fare la volontà di Dio".

mondo
[28/10/2011]

Papa Benedetto XVI ad Assisi osserva il rapporto tra religione e violenza e la necessità che proprio il "dialogo interreligioso" risponda alle domande sulla "vera natura della religione" e sulla sua "natura comune". Dopo il crollo del Muro di Berlino la pace non è scoppiata. E la violenza muta forma.

mondo
[02/11/2011]

Papa Benedetto XVI all'Udienza Generale del mercoledì dedica la catechesi ai defunti e al timore degli uomini rispetto alla morte "che per noi cristiani è illuminata dalla Risurrezione di Cristo". Al termine auspica che il G-20 di Cannes "aiuti a superare le difficoltà che, a livello mondiale, ostacolano la promozione di uno sviluppo autenticamente umano e integrale".

mondo
[20/11/2011]

Papa Benedetto XVI in Benin pronuncia un'omelia allo "Stade de l'Amitié", di Cotonou dove fa un appello al coraggio di "tutti i dimenticati della società", perché, dice il Papa, "Gesù ha voluto identificarsi con i piccoli, con i malati; ha voluto condividere la vostra sofferenza e riconoscere in voi dei fratelli e delle sorelle, per liberarli da ogni male, da ogni sofferenza!".

tecnologia
[07/02/2011]

Papa Benedetto XVI e Internet cominciano a diventare, vicendevolmente, un appuntamento fisso. Papa Ratzinger incentra il suo discorso sulla formazione dove internet "presenta grandi possibilità", sempre che sia usata "con il necessario discernimento".

mondo
[13/02/2012]

Papa Benedetto XVI ha espresso tutta la sua preoccupazione per la situazione in Siria, rinnovando "un pressante appello a porre fine alla violenza e allo spargimento di sangue". Papa Ratzinger invita le "Autorità politiche in Siria" a "privilegiare la via del dialogo, della riconciliazione e dell'impegno per la pace".

mondo
[26/06/2011]

Papa Benedetto XVI all'Angelus ricorda la festa del Corpus Domini, dell'Eucarestia. "Senza l'Eucaristia la Chiesa semplicemente non esisterebbe. E' l'Eucaristia, infatti, che fa di una comunità umana un mistero di comunione, capace di portare Dio al mondo e il mondo a Dio" dice il Papa.

salute
[04/02/2011]

Alla Sala Stampa della Santa Sede, si è tenuta la Conferenza Stampa di presentazione del Messaggio del Santo Padre Benedetto XVI per la XIX Giornata Mondiale del Malato che si terrà l'11 febbraio prossimo.

gli articoli più letti di tecnologia
Credits e info