le notizie che fanno testo, dal 2010

Papa Benedetto XVI: crisi "sprone a riflettere sull'esistenza umana"

Papa Benedetto XVI ai Diplomatici accreditati presso la Santa Sede: "La crisi può e deve essere uno sprone a riflettere sull'esistenza umana e sull'importanza della sua dimensione etica, prima ancora che sui meccanismi che governano la vita economica".

Papa Benedetto XVI nel tradizionale incontro con i Membri del Corpo Diplomatico accreditato presso la Santa Sede, lunedì ha pronunciato un discorso che ha toccato diversi temi pressanti dell'attualità mondiale. Un mondo in crisi, un mondo quasi "smarrito" tra catastrofi, venti di guerra, mancanza di un orizzonte certo. Un mondo "buio". Dice Papa Benedetto XVI ai Diplomatici: "Davvero il mondo è buio, laddove non è rischiarato dalla luce divina! Davvero il mondo è oscuro, laddove l'uomo non riconosce più il proprio legame con il Creatore e, così, mette a rischio anche i suoi rapporti con le altre creature e con lo stesso creato. Il momento attuale è segnato purtroppo da un profondo malessere e le diverse crisi: economiche, politiche e sociali, ne sono una drammatica espressione". Un inizio di discorso che è quasi una sintesi delle parole seguenti di Papa Benedetto XVI che ricorda come "gli sviluppi gravi e preoccupanti della crisi economica e finanziaria mondiale " che "non ha colpito soltanto le famiglie e le imprese dei Paesi economicamente più avanzati, dove ha avuto origine, creando una situazione in cui molti, soprattutto tra i giovani, si sono sentiti disorientati e frustrati nelle loro aspirazioni ad un avvenire sereno, ma ha inciso profondamente anche sulla vita dei Paesi in via di sviluppo". Ma il Santo Padre invita alla speranza e all'azione e afferma: "Non dobbiamo scoraggiarci ma riprogettare risolutamente il nostro cammino, con nuove forme di impegno. La crisi può e deve essere uno sprone a riflettere sull'esistenza umana e sull'importanza della sua dimensione etica, prima ancora che sui meccanismi che governano la vita economica: non soltanto per cercare di arginare le perdite individuali o delle economie nazionali, ma per darci nuove regole che assicurino a tutti la possibilità di vivere dignitosamente e di sviluppare le proprie capacità a beneficio dell'intera comunità". L'intero discorso di Papa Benedetto XVI ai Diplomatici è disponibile sul sito della Santa Sede (http://is.gd/CWoVVc).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: