le notizie che fanno testo, dal 2010

Papa Benedetto XVI: appello per i Congo

Papa Benedetto XVI si rivolge al mondo perché si adoperi per risolvere la "grave crisi umanitaria nell'Est della Repubblica Democratica del Congo". Dopo la "liberazione" di Goma dai ribelli dell'M23 a rischio sono i bambini sfollati.

Papa Benedetto XVI al termine dell'Udienza Generale del 5 dicembre nell'Aula Paolo VI ha rivolto un accorato appello per il Congo: "Continuano ad arrivare preoccupanti notizie sulla grave crisi umanitaria nell'Est della Repubblica Democratica del Congo, che da mesi è diventata teatro di scontri armati e di violenze. A gran parte della popolazione mancano i mezzi di primaria sussistenza e migliaia di abitanti sono stati costretti ad abbandonare le proprie case, per cercare rifugio altrove. Rinnovo quindi il mio appello al dialogo e alla riconciliazione e chiedo alla comunità internazionale di adoperarsi per sovvenire ai bisogni della popolazione". Una situazione, quella del Congo, dove gli scontri armati, le violenze e gli arruolamenti forzati vedono sempre più spesso vittime i bambini sfollati. L'Agenzia Fides segnala come in Congo ci siano "duecentomila bambini a rischio per i conflitti armati a Goma" . Anche se ora a Goma, dopo il ritiro dei ribelli del movimento M23 (23 Marzo), e l'arrivo dell'esercito, si respira una relativa calma, Fides segnala come l'Internal Displacement Monitoring Centre (IDMC) e il Norwegian Refugee Council (NRC) abbiano "lanciato l'allarme per i bambini sfollati che si trovano di fronte ad un aumento del rischio di stupro, abuso e reclutamento". "I piccoli profughi, in particolare i maschi nel Nord Kivu - continua l'Agenzia -, sono particolarmente soggetti all'arruolamento presso diversi gruppi armati. Secondo l'ong World Vision, i minori a rischio a Goma sono circa 200 mila".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: