le notizie che fanno testo, dal 2010

La generazione di Benedetto XVI saluta il Papa "anticonformista"

La "generazione di Benedetto XVI" saluta il Papa, che con il suo esempio "anticonformista" ha dato a tanti il coraggio di non seguire questa società che ci vorrebbe tutti uguali nella mediocrità ma di vivere pienamente gli insegnamenti di Gesù.

E' un giorno triste, questo, per la cosiddetta "generazione di Benedetto XVI", quel popolo di fedeli che hanno visto in Papa Ratzinger, forse per primi, quella guida solida e sicura per proseguire con passo deciso sulla rotta tracciata da Gesù. Papa Benedetto XVI, che da molti (purtroppo dagli stessi cattolici) non è stato del tutto compreso anche a causa della grande eredità lasciata da Papa Giovanni Paolo II, è riuscito invece ad indicare, a chi si trovava di fronte ad un bivio, la strada corretta da percorrere. Papa Benedetto XVI ha avuto infatti la grazia di saper parlare direttamente al loro cuore, con il suo modo di fare diretto e dolce allo stesso tempo. Papa Benedetto XVI è stato infatti per tanti quell'insegnante, spirituale e non solo, che tutti sperano di incontrare nella vita almeno una volta. La lezione più grande che Papa Benedetto XVI ha lasciato alla sua "generazione" è quello di non aver timore di essere veramente "anticonformista", che non significa andare contro i pregiudizi ma vuol dire non aver paura o vergogna di essere cattolici e di vivere come Gesù ci ha insegnato, amando il nostro prossimo come noi stessi. L'esempio anticonformista del Papa ha dato quindi coraggio a tutte quelle persone, giovani e meno giovani, che sapevano che c'era qualcosa di sbagliato in questa società che ci vorrebbe tutti uguali nella mediocrità, ma che non trovavano nessuno pronto a rivendicare la bellezza dell'unità nelle differenze, in maniera così chiara. Per questo la "generazione di Benedetto XVI" saluta con commozione il suo Papa, che ha tanto amato e che continuerà ad amare, e che già gli manca. Ma questa generazione sa anche che, seppur "nascosto dal mondo", saprà sempre dove trovarlo. E lui saprà sempre dove trovare noi. Nelle nostre preghiere.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: