le notizie che fanno testo, dal 2010

Benedetto XVI: ogni bambino porta il volto di Dio

Benedetto XVI oggi ha visitato i piccoli degenti del Policlinico "Agostino Gemelli" di Roma. E' stata una visita piena di emozione e di affetto, dove quest'anno a portare i doni ai bambini non è stata la Befana ma addirittura un Papa "anche per fare un po' come i Magi".

E' stata una visita commovente quella del Papa al Policlinico "Agostino Gemelli" di Roma, in occasione della Solennità dell'Epifania. Benedetto XVI oltre a visitare l'Istituto Scientifico Internazionale "Paolo VI" per la ricerca, la diagnosi e la terapia della sterilità coniugale, ha visitato il cosiddetto "Gemelli dei Bambini", il reparto pediatrico dove l'anno passato sono stati ricoverati oltre diecimila piccoli pazienti.
Il Papa ha visitato i locali del Centro per la cura dei bambini con spina bifida, salutando i piccoli degenti ed ha visitato anche il Reparto di Terapia intensiva per l'assistenza neonatale commovendosi nel vedere i piccoli bimbi nelle incubatrici.
Nella hall dell'ospedale Papa Benedetto XVI ha incontrato i bambini del policlinico ospitati al Gemelli, i genitori ed il personale medico. Il Papa ha ascoltato i canti dei bambini e anche un piccolo discorso da parte di una piccola paziente ed ha ricevuto dei doni tra cui disegni e statuette dei Re Magi.
Durante la visita, nel suo breve discorso, Benedetto XVI ha detto: "Cari bambini e ragazzi, ho voluto venire a trovarvi anche per fare un po' come i Magi, che celebriamo in questa Festa dell'Epifania: essi portarono a Gesù dei doni - oro, incenso e mirra - per manifestargli adorazione e affetto. Oggi vi ho portato anch'io qualche regalo, proprio perché sentiate, attraverso un piccolo segno, la simpatia, la vicinanza, l'affetto del Papa. Ma vorrei che tutti, adulti e bambini, in questo tempo di Natale, ricordassimo che il più grande regalo l'ha fatto Dio a ciascuno di noi - e poi - Guardiamo nella grotta di Betlemme, nel presepe, chi vediamo? Chi incontriamo? C'è Maria, c'è Giuseppe, ma soprattutto c'è un bambino, piccolo, bisognoso di attenzione, di cure, di amore: quel bambino è Gesù, quel bambino è Dio stesso che ha voluto venire sulla terra per mostrarci quanto ci vuole bene, è Dio che si è fatto come voi bambino per dirvi che vi è sempre accanto e per dire a ciascuno di noi che ogni bambino porta il suo volto".
La visita che ha commosso il Papa e gli adulti ha fatto sorridere i bambini che hanno preferito per quest'anno il Papa alla Befana.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: