le notizie che fanno testo, dal 2010

Benedetto XVI: ad Asia Bibi "sia restituita la libertà"

Il Papa è molto preoccupato per tutti i cristiani perseguitati nel mondo e al termine dell'udienza generale di mercoledì in Piazza San Pietro ha pregato per tutti quelli che "si trovano in situazione analoghe".

Essere cristiani in luoghi in cui questa religione è maggioritaria è spesso molto comodo, esserlo in luoghi della terra dove si è in minoranza significa spesso votarsi al martirio.
I cristiani perseguitati in tutto il mondo sono milioni nel silenzio totale dei media. Il Papa è molto preoccupato per questa situazione e in conclusione dell'udienza generale di mercoledì in Piazza San Pietro ha detto: "In questi giorni la comunità internazionale segue con grande preoccupazione la difficile situazione dei cristiani in Pakistan, che spesso sono vittime di violenze o di discriminazione" segnalando il caso emblematico di Asia Bibi, la donna pakistana condannata per blasfemia.
Così Benedetto XVI: "In modo particolare oggi esprimo la mia vicinanza spirituale alla signora Asia Bibi e ai suoi familiari, mentre chiedo che, al più presto, le sia restituita la piena libertà" e ha pregato anche per tutti quelli che "si trovano in situazione analoghe, affinché anche la loro dignità umana ed i loro diritti fondamentali siano pienamente rispettati".

© riproduzione riservata | online: | update: 18/11/2010

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Benedetto XVI: ad Asia Bibi "sia restituita la libertà"
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI