le notizie che fanno testo, dal 2010

Benedetto XVI a giovani, malati e sposi novelli: recitate il Rosario

In occasione della seconda "lezione" della "Scuola di preghiera", nuovo ciclo di catechesi dedicato all'arte di pregare, Papa Benedetto XVI ricorda ai giovani, ai malati e agli sposi novelli di recitare il Santo Rosario, "in questo mese di maggio dedicato alla Madre di Dio".

Papa Benedetto XVI ha dedicato l'Udienza Generale di mercoledì mattina, che si è tenuta in Piazza San Pietro, dove gruppi di fedeli e di pellegrini sono giunti da tutta Italia e da ogni parte del mondo, alla seconda "lezione" sulla "Scuola di preghiera" inaugurata la scorsa settimana sempre nell'Udienza Generale. Quello di Papa Benedetto XVI è infatti un nuovo ciclo di catechesi sulla preghiera e in questa Udienza il Santo Padre ha incentrato la sua meditazione in particolare sul senso religioso che pervade l'uomo. La catechesi completa, davvero da leggere, non fosse solo per arricchirsi culturalmente, è disponibile sul sito della Santa Sede (Udienza Generale 11.05.2011 http://is.gd/stB4QT). Il Papa nei saluti in italiano ha rivolto un affettuoso invito alla recita del Rosario, specialmente in questo mese che la Chiesa dedica alla Madonna: "Mi rivolgo, infine, ai giovani, ai malati e agli sposi novelli, esortando tutti ad intensificare la pia pratica del santo Rosario, specialmente in questo mese di maggio dedicato alla Madre di Dio. Invito voi, cari giovani, a valorizzare questa tradizionale preghiera mariana, che aiuta a meglio comprendere e assimilare i momenti centrali della salvezza operata da Cristo. Esorto voi, cari malati, a rivolgervi con fiducia alla Madonna mediante questo pio esercizio, affidando a Lei tutte le vostre necessità. Auguro a voi, cari sposi novelli, di fare della recita del Rosario in famiglia un momento di crescita spirituale sotto lo sguardo della Vergine Maria".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: