le notizie che fanno testo, dal 2010

Benedetto XVI a FAO: produzione alimentare mondiale può sfamare mondo

Papa Benedetto XVI riceve in Udienza i partecipanti al congresso FAO e mette in luce il fattore ultimo che affama il mondo: l'egoismo. Questo a dispetto del fatto che la produzione alimentare globale "secondo la FAO e autorevoli esperti, è in grado di sfamare la popolazione mondiale".

Papa Benedetto XVI ha ricevuto in Udienza i partecipanti alla 37ma Conferenza dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO). Il Santo Padre, in lingua francese, ha rivolto un discorso che mette in luce quanto nel terzo millennio la fame rimanga un problema irrisolto. Ma se esiste la fame è perché c'è qualcuno che "affama" e questo è, soprattutto, per l'egoismo della nostra società. Su questo Papa Benedetto XVI esprime nel discorso ai rappresentanti FAO parole chiare e nette: "La povertà, il sottosviluppo e quindi la fame sono spesso il risultato di atteggiamenti egoistici che partendo dal cuore dell'uomo si manifestano nel suo agire sociale, negli scambi economici, nelle condizioni di mercato, nel mancato accesso al cibo e si traducono nella negazione del diritto primario di ogni persona a nutrirsi e quindi ad essere libero dalla fame. Come possiamo tacere il fatto che anche il cibo è diventato oggetto di speculazioni o è legato agli andamenti di un mercato finanziario che, privo di regole certe e povero di principi morali, appare ancorato al solo obiettivo del profitto?" (http://is.gd/5JQmb2). Anche perché le soluzioni per sfamare e nutrire la popolazione mondiale ci sarebbero eccome. Continua il Papa: "L'alimentazione è una condizione che tocca il fondamentale diritto alla vita. Garantirla significa anche agire direttamente e senza indugio su quei fattori che nel settore agricolo gravano in modo negativo sulla capacità di lavorazione, sui meccanismi della distribuzione e sul mercato internazionale. E questo, pur in presenza di una produzione alimentare globale che, secondo la FAO e autorevoli esperti, è in grado di sfamare la popolazione mondiale". Per questo il Santo Padre, ai partecipanti della conferenza FAO rammenta: "In questo momento nel quale ai tanti problemi che investono l'attività agricola si affiancano nuove opportunità per contribuire ad alleviare il dramma della fame, voi potete operare perché attraverso la garanzia di un'alimentazione rispondente ai bisogni, ogni persona possa crescere secondo la sua vera dimensione di creatura fatta a somiglianza di Dio".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: