le notizie che fanno testo, dal 2010

Belen Rodriguez: nessuna sigaretta in aereo, ho temuto un rapimento

Belen Rodriguez smentisce di aver acceso una sigaretta nell'aereo che la stava portando da Ibiza in Grecia, per una vacanza con Andrea Iannone. La showgirl spiega quindi di aver temuto di essere stata al centro di un tentativo di rapimento.

Dopo 24 ore di silenzio, Belen Rodriguez chiarisce sull'atterraggio di emergenza avvenuto giovedì scorso all'aeroporto di Lamezia Terme. Stando alle prime ricostruzioni, il pilota di un aereo privato su cui viaggiavano Belen Rodriguez ed il fidanzato Andrea Iannone, diretto da Ibizia a Creta, avrebbe chiesto ed ottenuto un atterraggio di emergenza in Calabria perché la showgirl argentina si era accesa una sigaretta durante il volo.
Belen Rodriguez smentisce la versione del pilota e specifica che era stata accesa solo una sigaretta elettronica che "è vapore acqueo, si sa", come sottolinea al Corriere.it.
Dopo l'atterraggio, Belen e Iannone sono stati deferiti alla polizia per attentato alla sicurezza dei trasporti ma "quando gli agenti mi hanno vista si sono messi a ridere" assicura la showgirl, che è pronta al contrattacco.

"L'altro giorno mi sono davvero spaventata, ho avuto anche una specie di attacco di panico. Per questo adesso andremo per vie legali e nei confronti del pilota partirà una denuncia importante" annuncia Belen Rodriguez, spiegando di aver temuto infatti di essere stata al centro di un tentativo di rapimento.
"A un certo punto si sono accese le spie di emergenza e il pilota non ha più voluto parlarci: ha messo il segnale di non disturbare. - racconta Belen - Il mio fidanzato ha provato a comunicare con lui, bussava alla porta, gli ripeteva 'please', ma niente. Sentivamo che l'aereo stava scendendo ma non capivamo dove fosse diretto. Non ce lo diceva. Così ho iniziato a mandare dei messaggi a mia mamma e ad alcune amiche con gli screenshot della nostra posizione".
Ai poliziotti intervenuti in aeroporto per via dell'atterraggio di emergenza "ho subito chiesto di verificare che non ci fossero sigarette e - precisa Belen - hanno confermato anche nel loro resoconto che non ne eravamo in possesso, quindi cade tutta l'accusa".

Pare che alla fine la compagnia aerea abbia formalmente chiesto scusa a Belen Rodriguez e Andrea Iannone dissociandosi "dalle azioni e dalle scelte del comandante", mettendo un altro aereo (e pilota) a disposizione per raggiungere la Grecia, dove la coppia è atterrata solo con qualche ora di ritardo a causa di questa disavventura.

© riproduzione riservata | online: | update: 22/08/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Belen Rodriguez: nessuna sigaretta in aereo, ho temuto un rapimento
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI