le notizie che fanno testo, dal 2010

Lorenzin: dopo sentenza su eterologa, affrontare tema pma in modo organico

"Ora che la legge 40 è stata smantellata a colpi di sentenze è necessario riaffrontare il tema della pma (procreazione medicalmente assistita, ndr) in modo organico, con calma e serenità" spiega il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, evidenziando alcuni problemi che il Parlamento dovrà affrontare e risolvere.

"Ora che la legge 40 è stata smantellata a colpi di sentenze è necessario riaffrontare il tema della pma (procreazione medicalmente assistita, ndr) in modo organico, con calma e serenità" spiega il ministro della Salute Beatrice Lorenzin in una intervista a La Repubblica a margine degli Stati generali della salute, commentando la sentenza della Corte Costituzionale che boccia il divieto di fecondazione eterologa presente nella legge 40 del 2004. Beatrice Lorenzin fa quindi alcuni esempi sui problemi da affrontare: "Intanto adesso dobbiamo capire se toccherà al Parlamento, come credo, occuparsi di aspetti come l'eventuale anonimato di chi cede i gameti. - evidenziando - In certi Paesi spediscono una lettera a casa il giorno del diciottesimo compleanno per comunicare l'identità del padre, ad esempio. Poi c'è da risolvere il problema dei fratelli naturali. Ci vorrà una norma, non credo che bastino i decreti". Beatrice Lorenzin sottolinea inoltre: "Va affrontato per esempio il tema delle analisi, bisogna dare disposizione per assicurarle al donatore, visto che dovrà fare tutti i controlli sul suo stato di salute. Va regolata poi la questione delle banche del seme e degli ovociti e ribadita la gratuità della donazione, già prevista per sangue e organi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: