le notizie che fanno testo, dal 2010

Srebrenica: per Obama "macchia sulla nostra coscienza collettiva"

Barack Obama, in occasione della commemorazione per i 15 anni della strage di Srebrenica, fa sapere ai familiari delle vittime di essergli vicino e afferma che ciò che è avvenuto è "una macchia sulla nostra coscienza collettiva".

Ciò che è avvenuto a Srebrenica è "una macchia sulla nostra coscienza collettiva". E' quanto ammette Charles English, ambasciatore USA in Bonia ma le parole sono praticamente del Presidente degli Stati Uniti Barack Obama.
Ieri, infatti, vi è stata una commemorazione per ricordare, a 15 anni di distanza dal massacro di Srebrenica e Obama ha voluto far capire che è vicino ai familiari delle vittime.
Barack Obama, inoltre, "invita i governi a moltiplicare gli sforzi per ritrovare i responsabili, arrestarli e portarli davanti a un tribunale". Dopo l'arresto di Ratko Mladic, considerato il principale responsabile della strage di ben 8mila musulmani ora l'attenzione è soprattutto rivolta verso Ratko Mladic, ricercato per genocidio dal dal Tribunale dell'Aia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: