le notizie che fanno testo, dal 2010

Obama sul caso Apple-FBI: no al giardino blindato di Steve Jobs

Barack Obama interviene sul caso della FBI contro Apple, annunciando che il governo USA "sta per prendere alcune decisioni per bilanciare" il rischio sicurezza e la difesa della privacy. In sostanza, Barack Obama dice no al giardino non più solo recitanto ma blindato pesato da Steve Jobs quando ha creato l'iPhone affinché lo Stato digitale non schiacci lo Stato di diritto.

Barack Obama interviene sul caso del governo contro Apple, affermando che qualsiasi dispositivo mobile dovrebbe essere costruito in modo tale che la polizia possa accedervi al fine di prevenire un attacco terroristico o semplicemente per far rispettare le leggi fiscali. Durante una sessione di domande e risposte al South by Southwest Interactive festival ad Austin, in Texas, il Presidente degli Stati Uniti osserva infatti: "La domanda che dobbiamo porci è questa: se è tecnologicamente possibile creare un dispositivo impenetrabile e un sistema di cifratura così forte da non riuscire a trovare una chiave come possiamo arrestare un pedofilo, evitare un complotto terroristico oppure scoprire che ogni persona detiene un conto bancario svizzero in tasca?".
Barack Obama ha quindi annunciato che il governo USA "sta per prendere alcune decisioni per bilanciare" il rischio sicurezza e la difesa della privacy.

Apple e il governo federale sono coinvolti in una battaglia legale (prossima udienza il 22 marzo) poiché l'azienda fondata da Steve Jobs non intende aiutare la FBI che chiede di poter accedere all'iPhone usato da Syed Rizwan Farook, uno degli aggressori di San Bernardino che insieme con la moglie ha sparato e ucciso 14 persone il 2 dicembre 2015 nel corso di una festa. La coppia è morta durante la sparatoria con la polizia e quindi la FBI ha chiesto alla Apple di sbloccare il melafonino del terrorista, poiché dopo 10 tentativi di accesso andati a vuoto il sistema potrebbe cancellare tutti i dati custoditi nell'iPhone. Tim Cook sostiene che la Apple non ha un software in grado di decrittare i dati contenuti nell'iPhone (e no! direbbe Ermes Cassiodoro) e giustifica la sua battaglia legale contro il governo USA affermando che un sistema del genere potenzialmente potrebbe sbloccare qualsiasi melafonino se finisse nelle mani sbagliate o di qualche hacker.

Barack Obama però sembra aver intuito che un iPhone impenetrabile dallo Stato rappresenta l'evoluzione portata al parossismo del concetto che Steve Jobs impose nella costruzione del sistema operativo iOS per i dispositivi mobili della Mela. Il principio di Steve Jobs è stato sempre quello di creare delle App come fossero "giardini recintati" dove l'utente e lo stesso sviluppatore non avrebbero mai avuto la possibilità di "guardare oltre il muro" ovvero avere la libertà che ad esempio un servizio informatico evoluto può dare. In altre parole l'utente dell'iPhone è uno schiacciatore di bottoni prefabbricati e non un "surfer" digitale come era prima dell'avvento di iOS et similia.

Il giardino recitanto di Jobs diventato standard e ubiquo per tutti i produttori di apparecchi mobili che rappresentano oggi la quasi totalità del mercato, o meglio la totalità dei devices dove le persone tengono la propria vita privata, si sta rivelando un eden con muri talmente alti e fortificati da essere impenetrabili anche per la legge e l'ordine. Un vero Stato digitale sopra lo Stato di diritto che di fatto pone le multinazionali che prendono retoricamente come scudo la privacy e gli interessi degli utenti (ma quando mai!) come dei feudatari i quali non paghi di farsi fare le leggi a colpi di lobby vogliono anche lo strapotere di decidere sulla vita della Nazioni dato che l'infrastruttura digitale, cioè il sistema linfatico di uno Stato, è totalmente in mano loro. E siamo arrivati a questo punto per la miopia e l'ignoranza crassa dei politici di tutto il mondo che vanesi ed ingenui hanno traslato interi servizi essenziali al cittadino su delle piattaforme commerciali credendole innocue quanto "pubbliche".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: