le notizie che fanno testo, dal 2010

Obama: sono tempi duri ma mercati hanno fiducia. E Wall Street crolla

Ultimamente le Borse non sembrano apprezzare troppo le parole di Barack Obama, e anche se afferma che gli Stati Uniti sono comunque un Paese da tripla A e che i mercati continuano ad aver fiducia, Wall Street crolla inesorabile.

Barack Obama parla e Standard & Poor's declassa gli Stati Uniti. Barack Obama parla ancora e Wall Street crolla, trascinando al ribasso anche le Borse europee. Tanto che qualcuno comincia già "a toccare ferro" ogni qualvolta il presidente USA apre bocca. Il leader carismatico di una volta sembra ormai aver perso il suo fascino, e qualcuno comincia a sussurrare che forse "il re è nudo". D'altronde è lo stesso Obama ad ammettere candidamente che "il downgrading non è un giudizio sulla nostra economia ma sul nostro sistema politico" chiedendo nuovamente a tutti di ritrovare "lo spirito di unità nazionale di una volta", probabilmente perso attorno ad una figura che non sembra dare più molta affidabilità. Barack Obama ritorna ad assicurare che gli Stati Uniti continuano ad essere, nonostante tutto, "una nazione da tripla A", citando anche il tycoon Warren Buffett che darebbe agli USA un quadrupla A se esistesse, che suona un po' come la barzelletta del nonno che sarebbe un flipper. Obama spiega che il problema principale da affrontare è quello di trovare "un approccio a lungo termine per la riduzione del deficit" proponendo ancora una volta quello che i repubblicani gli hanno però già bocciato, e cioè "una riforma delle tasse che chieda a chi può permetterselo di farsi carico della sua giusta quota di contributo" e "piccoli ritocchi a programmi sanitari come il medical care". "Sono tempi duri, ma questa è l'America" afferma infine il presidente americano, e nonostante affermi con molta sicurezza che "i problemi dell'economia americana sono risolvibili" e "i mercati hanno fiducia negli Stati Uniti", Wall Street cola a picco, con il Dow Jones che perde il 5,49% a 10.816,36 punti, il Nasdaq che cede il 6,90% a 2.357,69 punti e lo S&P 500 che lascia sul terreno il 6,63% a 1.119,87 punti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: