le notizie che fanno testo, dal 2010

Obama: sono il Re Leone. Ora Donald Trump pensi agli UFO di Roswell

Barack Obama comico come non mai. Durante un ricevimento mostra come la Casa Bianca diventerebbe se occupata da Donald Trump (cioè un casinò) e un filmato dei suoi primi momenti di vita: lui il Re Leone battezzato in Africa da un babbuino.

Nel corso dell'annuale ricevimento dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca, Barack Obama ha sfoggiato tutta la sua migliore verve comica come mai, in questi anni di presidenza, aveva fatto. A scatenare la comicità di Obama è stata la pressante richiesta di Donald Trump che in queste ultime settimane ha cavalcato l'onda dei "birther", quegli americani che da tempo nutrono seri dubbi sul fatto che il presidente USA sia nato effettivamente negli Stati Uniti. Pochi giorni fa Barack Obama è stato quindi "costretto" a pubblicare il suo certificato di nascita integrale, che attesterebbe il fatto di essere nato ad Honolulu, Hawaii, e non in Kenya come molti sospettano. Donald Trump, sempre più vicino alla candidatura per le presidenziali del 2012, si era detto soddisfatto, perché nessuno prima di lui era riuscito a convincere Obama a far pubblicare il certificato, sottolineando però che lo sottoporrà a perizia per poter stabilire se vero o meno. E così Barack Obama si vendica di questa pesante campagna che rischia di compromettere la sua elezione per un secondo mandato a Washington. Al ricevimento è presente lo stesso Donald Trump, che deve sforzarsi di ridere e sorridere quando Obama mostra come potrà diventare la Casa Bianca se nello Studio Ovale mettesse piede Trump: da palazzo signorile verrebbe trasformato in un casinò con tanto di vasca idromassaggio nel giardino. Ma il pezzo forte arriva quando Barack Obama annuncia che mostrerà le immagini sui primi momenti della sua vita, ma invece di regalare all'America e al mondo intero dei fotogrammi del futuro presidente in fasciatoio sotto il sole delle Hawaii trasmette la sequenza della nascita de "Il Re Leone" della Disney, dove lui, giovane Simba erede al trono, viene "battezzato" da un babbuino. L'ilarità scoppia in sala tra applausi e commenti entusiasti tra i presenti, anche se non a tutti è piaciuto il prosieguo del discorso di Obama che dice, rivolgendosi a Trump: "Adesso può dedicarsi a questioni più importanti. Il fallimento della missione sulla Luna? Cosa accadde veramente a Roswell? E dove sono Biggie e Tupac?". Barack Obama, infatti, con una sola frase sembra quasi bollare come "cospirazionisti" o peggio ancora come "ridicoli" tutti quegli studiosi, alcuni molto rigosi e seri, che da anni cercano di venire a capo di alcuni fatti storici "non del tutto chiari", come appunto l'ipotesi che gli americani non siano mai andati veramente sulla Luna e che a Roswell precipitò, e venne poi nascosto, un UFO nella misteriosa Area 51. Con questa frase, inoltre, Obama sembra forse voler anche smorzare la credibilità di un'altra tesi, perché mentre alcuni si interrogano sulla morte dei due rapper Biggie Smalls e Tupac Shaker, altri si domandano chi è Barry Soetoro (Obama svela certificato di nascita. Ma non mistero di Barry Soetoro? - http://is.gd/kemdUu).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: