le notizie che fanno testo, dal 2010

Obama: lavori pubblici per rivitalizzare l'economia USA

Obama lancia un piano per rivitalizzare l'economia americana e lo fa con una ricetta che anche in Italia è sempre piaciuta: lavori pubblici (per 50 miliardi di dollari). Polemiche contro i repubblicani all'opposizione: "sanno dire solo no".

Obama è conscio di stare a poco meno di due mesi dalle elezioni di Midterm e si rimbocca le maniche della camicia per salire sul palco di un sindacato di Milwaukee, in Wisconsin, in occasione di una festa.
Le parole di Obama ricordano però i discorsi standard di qualsiasi premier dell'occidente, non progetti originali e speranze concrete ma attacchi all'opposizione (i repubblicani) che non fanno nulla per "aiutare i lavoratori" e sanno solo "saper solo dire di no".
Anche la ricetta Obama sa di vecchio: lavori pubblici per incentivare l'economia e i posti di lavoro. Aprire i cantieri è la ricetta del Presidente USA, con relativo snocciolamento di cifre, come 150mila miglia di strade, manutenzione e nuova costruzione di ferrovie e aeroporti, per almeno 6 anni per un investimento di 50 miliardi di dollari.
Una frase celebre e visionaria che ha colpito gli americani però è da segnalare: "Nei prossimi sei anni - ha detto Obama - costruiremo 150mila miglia di strade, pari a sei volte l'equatore". Sei volte l'equatore, d'asfalto. Mirabolante immagine "green".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# aeroporti# elezioni# lavoro# premier