le notizie che fanno testo, dal 2010

Obama chiama Berlusconi: aumentare pressing su Damasco

Barack Obama chiama Silvio Berlusconi, per analizzare "la situazione dei mercati finanziari negli Stati Uniti ed in Europa" ma anche per affrontare il problema della crisi siriana.

Nella tarda serata delll'8 agosto il premier Silvio Berlusconi riceve una telefonata dal Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. A renderlo noto un comunicato stampa di Palazzo Chigi, che spiega che "al centro del cordiale colloquio" c'è stata "una analisi sulla situazione dei mercati finanziari negli Stati Uniti ed in Europa" ma che successivamente sono stati affrontati anche "i principali temi dell'attualità internazionale e specificamente la crisi siriana". La nota evidenzia quindi come tra Barack Obama e Silvio Berlusconi sia "emersa piena sintonia sulla necessità di un forte coordinamento fra i partners europei e NATO per aumentare la pressione nei confronti di Damasco", nella speranza che siano ascoltati gli appelli di Papa Benedetto XVI che invita alla "riconciliazione" e indica la strada del "negoziato e del dialogo costruttivo" per la cessazione di ogni conflitto, e non l'uso delle armi come avvenuto in Libia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: