le notizie che fanno testo, dal 2010

Obama ammette: non merito il Nobel per la Pace

A quanto pare, Barack Obama avrebbe ammesso di "non meritare" il Premio Nobel per la Pace, giustificando l'esigenza di iniziare una guerra in Siria con il fatto che questa sarebbe "una responsabilità" per gli Stati Uniti. Ban-Ki Moon ricorda però ad Obama che "l'uso della forza è legittimo solo quando si esercita l'autodifesa e quando il Consiglio di Sicurezza approva questo tipo di azioni".

A quanto pare, Barack Obama avrebbe ammesso di "non meritare" il Premio Nobel per la Pace. Sembra infatti che nel corso della conferenza stampa a seguito di un incontro bilaterale a Stoccolma (Svezia) con il primo ministro Fredrik Reinfeldt, un giornalista abbia chiesto ad Obama se non ritenesse "un controsenso" il fatto di essere un Nobel per la Pace e dichiarare guerra alla Siria. Barack Obama si sarebbe quindi giustificato affermando che "viviamo in un mondo che ci mette davanti a scelte difficili, pieno di violenza" e che comunque aveva già detto di "non meritare" il riconoscimento. Una convinzione, comunque, che non ha impedito al Presidente USA di essere premiato nel 2009 e di fregiarsi del Nobel per 4 anni. Oltre ad Obama, comunque, sono in tanti a pensare che l'onorificienza non può rimanere nella mani di chi decide di dichiarare guerra, oltretutto senza l'appovazione dell'ONU. Mentre Barack Obama da una parte afferma che l'intervento armato in Siria "è una responsabilità" degli Stati Uniti, Ban-Ki Moon ricorda invece che "l'uso della forza è legittimo solo quando si esercita l'autodifesa e quando il Consiglio di Sicurezza approva questo tipo di azioni". In altre parole, gli USA non sono al di sopra delle parti, e soprattutto degli altri Paesi. Intanto, nel mondo e in rete, fioccano varie petizioni per chiedere che il Premio Nobel per la Pace venga ritirato ad Obama. Zhores Alferov, vice presidente dell'Accademia Russa delle Scienze nonché Nobel per la fisica nel 2000, afferma infatti: "Sono rimasto sorpreso quando ad Obama è stato assegnato il premio. Dal mio punto di vista, non lo merita affatto". Alferov ricorda anche quando si era diffusa la notizia che Winston Churchill stava per vincere il Nobel (quello per la Letteratura per l'opera The Second World War) sottolineando come il primo ministro britannico aveva immeditamente commentato: "Spero che non sia per la pace!". Barack Obama è stato insignato del premio per "gli straordinari sforzi per rafforzare la diplomazia e la cooperazione tra i popoli a livello internazionale", ma forse il Presidente degli Stati Uniti non ha ben chiaro il significato di "diplomazia" e "cooperazione".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: