le notizie che fanno testo, dal 2010

Obama: Siria non sarà "altro Iraq". Ma Terza Guerra Mondiale

La posizione di Barack Obama sull'intervento armato in Siria è sempre più isolata. Nel corso del consueto discorso del sabato, Obama tenta di convincere gli americani e promette che la Siria "non sarà un altro Iraq o un altro Afghanistan". Il rischio, infatti, è che si trasformi nella Terza Guerra Mondiale.

Mentre il Papa invoca la pace nel mondo, e al G20 di San Pietroburgo la posizione guerrafondaia di Barack Obama è rimasta isolata, il Presidente USA tenta ancora di convincere il popolo americano che attaccare la Siria senza l'appoggio dell'ONU sarebbe l'unica scelta giusta. Nel consueto discorso del sabato, Barack Obama infatti avverte che se non effettuerà "un'azione limitata, in termini di portata e di tempo" contro il regime di Bashar al-Assad la "sicurezza americana" sarebbe "in pericolo" perché qualche "terrorista" potrebbe mettere mano "alle armi chimiche" e attaccare gli USA. "Noi siamo gli Stati Uniti e non possiamo chiudere gli occhi davanti alle immagini che abbiamo visto" continua Obama, spiegando: "Come leader della più antica democrazia costituzionale al mondo, so che il nostro Paese è più forte e le nostre azioni più efficaci se agiamo insieme. E' per questo che ho chiesto al Congresso di votare". Il conflitto siriano, quindi, sembra che stia divenendo sempre di più la guerra di Obama, quella che di norma ogni Presidente USA fa nel corso del suo secondo mandato. Stavolta, però, se gli Stati Uniti decideranno di attaccare la Siria senza l'appoggio dell' ONU si assumeranno storicamente tutta la responsabilità di ciò che potrebbe accadere, visto che l'Europa, la Russia e la Cina continuano ancora a preferire la via politica e del negoziato alle bombe, come chiesto anche da Papa Francesco. Obama promette però che la Siria "non sarà un altro Iraq o un altro Afghanistan". E forse è vero. Il rischio, infatti, è che si trasformi nella Terza Guerra Mondiale, iniziata grazie ad un Nobel per la Pace.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: