le notizie che fanno testo, dal 2010

Moria di api: Obama crea Task Force, che non combatte i neonicotinoidi

Barack Obama ha deciso di combattere la moria di api negli alveari negli Stati Uniti, creando l'altisonante Pollinator Health Task Force, che però non potrà combattere contro l'uso massiccio dei neonicotinoidi, tra gli insetticidi più utilizzati al mondo e considerato molto tossico per le api.

Barack Obama ha deciso di combattere la moria di api negli alveari negli Stati Uniti, creando l'altisonante Pollinator Health Task Force. In un comunicato della Casa Bianca, Obama evidenzia che "il problema della morai di api è grave e richiede un'attenzione immediata per garantire la sostenibilità dei nostri sistemi di produzione alimentare, per evitare ulteriore impatto economico sul settore agricolo, e per proteggere la salute dell'ambiente". Le api "statunitensi" infatti sono le responsabili del 90% dell'impollinazione delle colture coltivate in Nord America, per un impatto economico stimato in 24 miliardi di dollari. Gli esperti additano tra le cause principali della moria di api negli USA sia il grande utilizzo di pesticidi che la mancanza di diversità genetica. Il piano che guiderà il cammino del Pollinator Health Task Force, però, è concentrato nel far aumentare la consapevolezza pubblica del problema e a stimolare partenariati di conservazione tra i settori pubblico e privato, mentre non include il divieto di usare l'uso dei neonicotinoidi, tra gli insetticidi più utilizzati al mondo e considerato molto tossico per le api visto che "1 gr di imidacloprid, il neonicotinoide più diffuso, riesce ad avere sulle api lo stesso effetto nocivo di 7 Kg di DDT", come sottolineava Francesco Panella, presidente dell'Unaapi (Unione nazionale apicoltori italiani), più di una anno fa. L'Italia è il primo consumatore in Europa di neonicotinoidi, e a maggio il MoVimento 5 Stelle ha presenato una mozione per chiedere al governo Renzi il divieto totale di tali pesticidi. Per il momento, dall'esecutivo nessuna risposta.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: