le notizie che fanno testo, dal 2010

Maratona Boston 2013, due bombe. Obama: non sappiamo chi è responsabile

Barack Obama, dopo le due esplosioni alla maratona di Boston 2013 che hanno causato almeno 2 morti, e decine di feriti anche gravi, parla agli Stati Uniti, ammettendo: "Non sappiamo chi è il responsabile. Non bisogna saltare a conclusioni affrettate".

Barack Obama parla agli Stati Uniti dopo che due bombe sono esplose al traguardo della maratona di Boston. Le due esplosioni hanno causato 2 morti accertati, e decine e decine di feriti, alcuni di questi anche gravi, tanto che si parla di persone con arti imputati. "Il popolo americano pregherà per Boston questa sera" esordisce il Presidente USA Barack Obama parlando in diretta alla televisione americana, promettendo: "Noi andremo a fondo di questo. Troveremo chi ha fatto questo. E scopriremo perché ha fatto questo". Barack Obama ammette infatti: "Non sappiamo chi sia il responsabile di quanto avvenuto, e perché abbia fatto questo - aggiungendo - Non bisogna però saltare a conclusioni affrettate". Barack Obama non parla di terrorismo, ma assicura il popolo americano che il responsabile di questa tragedia "sarà trovato e assicurato alla giustizia". "Boston è una città forte, così come i suoi abitanti che sapranno rialzarsi" conclude quindi Obama.

© riproduzione riservata | online: | update: 16/04/2013

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Maratona Boston 2013, due bombe. Obama: non sappiamo chi è responsabile
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI