le notizie che fanno testo, dal 2010

Italiani ottimisti per 2011 ma le imprese vedono nero

Secondo un'indagine di Confcommercio gli italiani sembrano abbastanza ottimisti per l'anno appena iniziato. Dati che cozzano con quelli rilevati da Bankitalia e il Sole 24 Ore, visto che evidenziano che le imprese italiane non vedono un futuro roseo.

Mentre gli italiani, stando ad un rapporto di Confcommercio, sembrano essere ottimisti rispetto all'anno che verrà le imprese italiane si aspettano invece momenti molto difficili e poca o nessuna ripresa economica, stando ad un'indagine condotta da Bankitalia e il Sole 24 Ore.
Per gli italiani intervistati da Confcommercio, la situazione economica del Paese nel 2011 sarà migliore rispetto a quella del 2010 tanto che gli ottimisti sono cresciuti del 16% mentre i pessimisti sono diminuiti del ben 40%. I più scettici rimangono comunque le donne, i giovani fino a 24 anni e gli over-54 anni, tutti accumunati da un'unica preoccupazione: il futuro.
Un futuro che le imprese italiane sembrano invece vedere completamente nero. Il rapporto stilato da Bankitalia, infatti, rileva che "le attese sul ritmo di crescita sui dodici mesi dei prezzi al consumo segnalano un progressivo incremento sugli orizzonti temporali più distanti: l'inflazione si collocherebbe all'1,9% a sei mesi, aumenterebbe al 2 a un anno e al 2,2 a due anni".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: